rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Coronavirus

Nuovo Dpcm: dal tabaccaio solo col Green Pass? Tutte le novità

L'intesa sui negozi in cui da febbraio si potrà accedere senza green pass è pronta: ecco quali sono.

La nuova stretta del Governo per cercare di arginare la crescita dei contagi è alla porte: nella giornata odierna, mercoledì 19 gennaio, verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del nuovo Dpcm. Il provvedimento contiene l'elenco di tutte le attività in cui - a partire dal primo giorno di febbraio - potrà entrare anche chi non è in possesso del certificato verde, base o rafforzato, perché considerate essenziali. Un tema non è banale: il terreno rischia di essere scivoloso e le polemiche non mancheranno.   

 Il nuovo Dpcm che firmerà il premier Mario Draghi elencherà per filo e per segno i negozi esentati dal certificato verde di base. Quelli in cui potranno entrare tutti, anche coloro che hanno scelto di non vaccinarsi. Ci saranno eccezioni all’uso del passaporto verde ormai indispensabile quasi ovunque. Ma non saranno molte.

Dal tabaccaio, dentro all'esercizio, sarà necessario avere in tasca il green pass di base. I tabaccai, che nel corso del lockdown erano stati considerati fra i negozi essenziali e dunque accessibili senza pass, ora sono fuori da tale elenco. La ragione sarebbe legata al fatto che alcune tabaccherie hanno all’interno slot machine e altri apparecchi di gioco. Il punto è che non tutti li hanno.

Rebus tabaccai

Quello dei tabaccai sarà un piccolo rebus fino all'ultimo: dovrebbe servire il Green Pass, così come per i rivenditori di sigarette che si trovano all’interno dei bar dove già serve il Green Pass da tampone. Chi fuma si dovrà probabilmente accontentare dei distributori automatici all'esterno dei punti vendita e dei corner dedicati all'interno dei supermercati (non molti a dire il vero). Il tema interessa circa 11 milioni di italiani. A maggio 2021 la prevalenza di fumatori in Italia era, secondo un report dell'Iss, del 26,2%. Fuma dunque circa un italiano su 4.

Dove si entra sempre senza Green Pass

Le attività certe in cui si entrerà senza tampone sono i supermercati, gli alimentari, le farmacie, gli ospedali, i negozi di per bambini, i commissariati di polizia, i tribunali per le testimonianze. Senza certificato verde si potrà -ovviamente - fare la spesa al mercato rionale. Per quanto riguarda i vestiti resteranno "esenti" dall’obbligo di tampone o vaccino anche gli acquisti dagli ambulanti. Sarà richiesto il pass verde nei negozi di abbigliamento, di intimo e in quelli per bambini, giocattoli compresi.

Nessun Green Pass richiesto per entrare in farmacie, negozi di ottica e parafarmacie medicinali o che vendono prodotti per la cura della persona (creme, deodoranti, spazzolini, assorbenti, prodotti per la prima infanzia), così come per benzinai, negozi che vendono pellet per le stufe e negozi che vendono alimenti o altri articoli per animali. Le edicole potranno vendere a chi non ha il pass ma solo se sono chioschi all’aperto; servirà invece il Green Pass nei negozi che al loro interno vendono riviste, nelle cartolerie e nelle librerie.

In vigore già dalla giornata di domani - giovedì 20 gennaio - l'obbligo di certificato verde, da tampone o vaccino, per andare dal barbiere, dal parrucchiere o dall'estetista.

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm: dal tabaccaio solo col Green Pass? Tutte le novità

BresciaToday è in caricamento