Martedì, 22 Giugno 2021
Coronavirus

Imprenditore ucciso dal Coronavirus, aveva solo 65 anni: il paese piange 30 croci

Giampietro Bonfadelli, titolare di un'impresa attiva nel settore idraulico, è spirato all'ospedale di Ome. È la 30esima vittima del Coronavirus a Gussago.

Gianpietro Bonfadelli: (Fonte: Facebook) s

Si è spento a soli 65 anni, in un letto dell'ospedale di Ome. Non ce l'ha fatta Giampietro Bonfadelli, imprenditore 65enne: le sue condizioni, già critiche al momento del ricovero, sono precipitate nelle scorse ore.

Non aveva patologie pregresse, ha lottato per giorni prima a casa e poi in un letto del reparto di terapia intensiva, ma non è riuscito a sconfiggere il Coronavirus. Abitava a Gussago con la famiglia: lo piangono la moglie Donatella e il nipote Alberto, noto ingegnere del paese. 

Come da prassi, di questi tempi, niente funerali: ma solo una rapida benedizione al cimitero riservata esclusivamente ai parenti stretti.  Conosciuto in paese, era titolare di una ditta attiva nel settore idraulico e la sua prematura scomparsa ha addolorato la comunità gussaghese già segnata da numerosi lutti. Dall'inizio dell'emergenza sono 30 le vittime del Coronavirus, stando ai soli dati ufficiali dell'Ats.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore ucciso dal Coronavirus, aveva solo 65 anni: il paese piange 30 croci

BresciaToday è in caricamento