Il Coronavirus non dà tregua: morto il macellaio del paese

Aveva abbassato le serrande solo pochi mesi fa Giov Maria Pizzoni, da tutti noto come Gianni: era lo storico macellaio di Vobarno. Si è dovuto arrendere al Coronavirus

Foto d'archivio

Si continua a morire di Coronavirus: ci sono ancora le vittime, purtroppo, a ricordarci che l'emergenza non è finita. La comunità di Vobarno piange un pezzo di storia del paese, che si è dovuto arrendere alla furia del Covid-19: è morto a 83 anni Giov Maria Pizzoni, da tutti conosciuto come Gianni, il titolare (per più di mezzo secolo) della storica macelleria di Via Migliorini, chiusa meno di sei mesi fa dopo oltre 70 anni di gloriosa attività.

Da qualche settimana Gianni Pizzoni stava lottando con il Coronavirus. Fino al tragico epilogo. I funerali saranno celebrati mercoledì pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. Lo piangono la moglie Angela Donati, le figlie Roberta con Marco e Cristina con Simon, le nipoti Annabel e Ellie, la sorella Mariuccia e il fratello Enrico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una tradizione di famiglia

Sono tante le storie da raccontare di una lunga tradizione di famiglia: la prima macelleria Pizzoni fu aperta da Andrea, padre di Gianni ed Enrico, nel lontano 1948. I due figli hanno poi proseguito nel solco paterno, aprendo e gestendo una bottega a testa: Enrico si specializzerà nella macelleria equina, chiusa ormai 20 anni fa, mentre Gianni proseguirà come macellaio fino al 31 dicembre dello scorso anno. La sua era stata riconosciuta come attività storica da Regione Lombardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Uccisa dalla malattia in poco più di una settimana, Denise muore a soli 21 anni

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento