Martedì, 18 Maggio 2021
Coronavirus

In 5 a fare l'aperitivo in cortile, i vicini chiamano la Polizia: "Siamo stufi di stare chiusi in casa"

È successo a Gavardo. Stavano banchettando nello spazio comune senza indossare le mascherine e rispettare le distanze di sicurezza. Conto salato: una multa da 400 euro a testa.

"Siamo stufi di stare chiusi in casa". Così si sarebbero giustificati i 5 condomini, appartenenti a tre nuclei famigliari diversi, pizzicati dalla polizia locale mentre banchettavano insieme, senza mascherina e noncuranti dei divieti, nel cortile del loro palazzo. Non solo adulti: nel gruppo anche due ragazzini che stavano giocando, insieme, a pallone.

È successo a Gavardo: ovviamente la 'festicciola' non è passata inosservata. I vicini hanno segnalato l'episodio e la Polizia locale è intervenuta per interrompere l'aperitivo e presentare il conto, anche piuttosto salato. Gli agenti hanno pizzicato cinque adulti, tutti dell'Est Europa, intenti a prendere l'aperitivo nel giardino del condominio di via Orsolina Avanzi: una palese violazione del divieto di assembramento. Non solo: nessuno indossava guanti o mascherine, o manteneva le distanze di 'sicurezza'.

Per ognuno di loro è scattata la multa prevista dal Dpcm: dovranno sborsare 400 euro a testa. Se pagheranno entro 30 giorni la sanzione si riduce a 280 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 5 a fare l'aperitivo in cortile, i vicini chiamano la Polizia: "Siamo stufi di stare chiusi in casa"

BresciaToday è in caricamento