menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In paese 79 persone contagiate: "Due malati portati in terapia intensiva a Bergamo"

L'appello del sindaco Giovanni Albini: a Gargnano altri 36 positivi in sette giorni, e due persone trasferite a Bergamo in terapia intensiva

Dall'inizio di marzo sono 44 i nuovi positivi: 36 negli ultimi sette giorni con una media di 5,14 contagi al giorno, in calo del 12,3% rispetto ai 5,86 contagi al giorno dei sette giorni precedenti. Nelle ultime 24 ore l'elenco si è aggiornato di altri due positivi: ad oggi sono 79 gli attualmente positivi in paese e 183 i casi totali dall'inizio della pandemia (173 solo nella seconda ondata, con un decesso).

E' questa la fotografia aggiornata della situazione a Gargnano, piccolo Comune dell'alto Garda dove tra gli ospedalizzati ci sono anche due persone appena trasferite a Bergamo, in gravi condizioni in terapia intensiva. Il momento è complicato: in tal senso arriva l'appello del sindaco Giovanni Albini, che invita tutti a restare a casa, perché la situazione è grave, e negli ospedali non c'è più posto.

Cosa ha detto il sindaco Giovanni Albini

“Noi non possiamo purtroppo obbligare nessuno non in elenco a rimanere a casa per forza – ha dichiarato a Bresciaoggi con riferimento alla difficoltà di tenere aggiornati gli elenchi dei positivi, degli isolamenti obbligatori e fiduciari – Gli agenti della Polizia Locale e i Carabinieri hanno il report sempre aggiornato: quando incontrato familiari di positivi che dovrebbero essere tra le mura domestiche anziché in giro, li invitano a far rientro nelle abitazioni. Speriamo davvero che la gente cominci a capire cosa sta succedendo. Confido nell'intelligenza e nel buon senso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento