Coronavirus, nuovo allarme: focolai nel Mantovano, 27 positivi a Brescia

Brescia è la prima provincia d'Italia per nuovi positivi: intanto nel Mantovano riflettori puntati sui focolai di Viadana e San Benedetto Po

Ospedale di Gavardo - Foto di Maurizio Poinelli

Sono due i focolai accertati nella vicina provincia di Mantova, a cui potrebbe aggiungersene un terzo (ma le notizie sono in aggiornamento). Il primo e più eclatante riguarda l'ormai celebre salumificio Gardani di Viadana: qui sono stati riscontrati 12 positivi al Coronavirus tra i dipendenti più alcuni tra i loro familiari.

L'Agenzia di tutela della salute dalla Val Padana, come da prassi, sta provvedendo a sottoporre a tampone tutti i 150 dipendenti del doppio stabilimento di proprietà della stessa azienda. Al primo focolaio – o meglio “cluster”, perché di dimensioni ridotte – se ne è aggiunto un secondo, con 5 persone positive nella stessa famiglia, a San Benedetto Po.

Anche in questo caso però le positività sarebbero riconducibili al focolaio del salumificio. In ogni caso si tratterebbe in gran parte di casi asintomatici o comunque con sintomi lievi, come confermato dal sindaco di Viadana, Alessandro Cavallari.

Un terzo cluster in un'azienda di Viadana?

“Gli ultimi casi di positività rilevati purtroppo sul territorio comunale – scrive il primo cittadino – fanno riferimento a contagi sul luogo di lavoro, situazione per la quale le autorità competenti hanno immediatamente messo in atto tutti i necessari protocolli. Le persone interessate sono tutte in buone condizioni e sono già seguite e assistite”.

Il Comune di Viadana, poco più di 20mila abitanti affacciato sul Po e al confine con l'Emilia Romagna, dall'inizio dell'epidemia ha fatto registrare 269 casi totali, con 64 decessi. Il terzo cluster sospetto sarebbe ancora a Viadana, al macello Ghinzelli: sono già in corso in queste ore gli accertamenti di Ats.

Coronavirus in Lombardia: gli ultimi aggiornamenti

Gli ultimi aggiornamenti in tutta la regione confermano 97 nuovi casi di positività al Covid-19, di cui 22 a seguito di test sierologici e 31 considerati “debolmente positivi”. La provincia di Brescia è la prima in Lombardia (e in Italia) per nuovi casi nelle ultime 24 ore: in tutto 27 nuovi positivi, più di Milano (16 casi) e Bergamo (20 casi). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'unica provincia lombarda in cui non si sono registrate ulteriori positività è quella di Lodi. In tutta la regione sono 13 i nuovi decessi per Coronavirus, che portano il totale a 16.639 (quasi la metà di tutti i morti italiani per Covid-19).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

  • Coronavirus in provincia di Brescia: i contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento