menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Coronavirus, cambia l'epidemia: i contagiati oggi hanno di media 43 anni

I dati resi noti dall'Iss sui contagi degli ultimi 30 giorni: l'età mediana è di 43 anni contro i 61 dall'inizio dell'epidemia

La lenta “ritirata” dell'epidemia italiana da Covid-19 prosegue senza sosta: nelle ultime 24 ore sono solo 34 i nuovi casi positivi in Lombardia, la regione più colpita che da sola vale più di un terzo dei contagi e quasi la metà dei decessi; di questi 13 sono a seguito di screening programmato con test sierologico e 15 considerati “debolmente positivi”. In provincia di Brescia sono 7 i nuovi casi, uno in più di Bergamo (6) e due in meno di Milano (9). Si registrano 3 nuovi casi a Sondrio, 2 nuovi casi a Pavia, Monza e Cremona, un solo caso a Mantova e Varese, nessun nuovo caso a Como e Lecco.

Com'è cambiata l'epidemia

Certo l'epidemia post-lockdown è cambiata, e continua a cambiare. Il virus non è così “furioso” come lo era a febbraio, marzo e aprile: il picco dei ricoveri in ospedale (oltre 29mila, di cui più di 4mila in terapia intensiva) appare lontano, ma il coronavirus di fatto continua a circolare, e prepara il terreno alla battaglia inevitabilmente attesa per il prossimo autunno-inverno.

Questo il quadro degli ultimi 30 giorni, aggiornato al 21 luglio e reso noto dall'Iss, l'Istituto superiore di Sanità: sono 5.572 i nuovi casi di positività dal 21 giugno scorso, di questi la maggior parte sono asintomatici o paucisintomatici (in media quasi il 70% dei casi) ma non mancano infezioni ancora severe in tutte le fasce d'età, e alcuni casi clinici considerati “critici” dai 50 anni in su.

I contagiati degli ultimi 30 giorni

Con le nuove procedure di screening e tracciamento è cambiata anche la fotografia dell'epidemia: se da quando tutto è cominciato l'età mediana dei contagiati era di oltre 61 anni, negli ultimi 30 giorni si attesta su 43 anni. Dei 5.569 nuovi casi per cui si conosce l'età, il 50,5% (2.811) ha dai 19 ai 50 anni, il 22,8% (1.269) ha dai 51 ai 70 anni, il 15,8% (772) ha più di 70 anni, il 10,9% (608) ha da 0 a 18 anni. Anche questo è un dato interessante, che accende i riflettori sul rischio, verso gli altri, dei portatori sani (senza sintomi). 

Dall'inizio dell'epidemia, in tutta Italia, si contano 244.708 casi accertati di coronavirus: di questi 29.866 tra gli operatori sanitari (il 12,2%) che rientrano nei quasi 50mila (dati Inps) dei contagi sul posto di lavoro. L'età mediana dall'inizio dell'epidemia, come detto, è di 61 anni: ad oggi si contano 183.585 guariti ma ben 34.126 deceduti, con un tasso di mortalità grezzo pari al 13,9%. Sono 311 i decessi negli ultimi 30 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento