Strage dei nonni, arriva l'esercito russo: 100 militari per sanificare le Rsa bresciane

Un contingente di 100 soldati è atteso nella nostra provincia: si occuperanno della disinfezione delle case di riposo.

Sanificazione, militari russi in azione nella Bergamasca © Bresciatoday.it

Ripulire paventi, superfici e muri delle Rsa dal Coronavirus. Questo il compito affidato ai militari dell'esercito russo che nei prossimi giorni approderanno nella nostra provincia. L'operazione del contingente formato da un centinaio di militari e guidato dal generale Sergey Kikot dovrebbe cominciare a breve. Le prime Rsa sulla lista sono quelle di Orzinuovi, Orzivecchi e Barbariga, vale a dire i Comuni e le strutture bresciane maggiormente colpite dall'emergenza. Dovrebbero entrare in azione nelle prossime ore, con la collaborazione dei militari del 7° reggimento Nbcr dell'Esercito italiano e il supporto logistico di tre sezioni degli Alpini (Brescia, Salò e Valcamonica).

Le operazioni di sanificazione riguarderanno tutte le 84 Rsa di competenza dell'Ats Brescia e le 16 che fanno riferimento all'Ats Montagna. Non solo: anche le residenze per i disabili (in tutto 16) verranno sanificate dai militari. I soldati sono stati inviati da Mosca per aiutare la nostra provincia così duramente colpita dall'epidemica, come concordato dal governo italiano e da quello russo. Si tratta, ovviamente, di militari specializzati in attività dell'ambito chimico. Durante gli spostamenti nella nostra provincia saranno scortati dagli uomini dell'Arma dei Carabinieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il contingente russo è arrivato in Italia lo scorso 22 marzo. Si tratta di oltre 100 militari, tra cui ci sono anche virologi, epidemiologi, terapisti, anestesisti, specialisti di difesa nucleare, biologica e chimica: si sono già occupati della disinfezione di ospedali e Rsa nella Bergamasca e hanno affiancato i medici all’interno dell’ospedale da campo allestito dagli Alpini a Bergamo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio non risponde, è a letto privo di sensi: giovane medico in fin di vita

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

  • Tragico gesto estremo: giovane uomo muore suicida a 38 anni

  • Scoppia la tv, la casa si riempie di fumo: donna muore tra le braccia della figlia

  • Positivo al coronavirus: altra classe in quarantena, tampone per tutti i compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento