rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Coronavirus Sotto il Monte Giovanni XXIII

Coronavirus: padre di famiglia torna a casa dopo 4 mesi di ospedale

La fine di un incubo per Emanuele Biella, bergamasco di 49 anni: colpito dal covid a marzo, è rimasto per quattro mesi in ospedale

E' la testimonianza per fortuna vivente di quanto possa essere infido il nuovo coronavirus, nella sua variante lombarda che per lungo tempo è stata la più aggressiva (e mortale) del pianeta: Emanuele Biella, 49 anni, è tornato a casa da pochi giorni dopo circa quattro mesi di ospedale, di cui due in terapia intensiva.

La sua storia è stata raccontata da L'Eco di Bergamo: Biella, con moglie e figli, abita a Sotto il Monte, provincia di Bergamo, e gestisce un'officina di carrozziere a Carvico, a poco più di un chilometro da casa. Ha cominciato a sentirsi male verso la metà di marzo, nel periodo purtroppo “clou” dell'epidemia italiana.

Febbre a 39, poi 4 mesi in ospedale

Febbre a trentanove, poi il ricovero in ospedale: trasferito in terapia intensiva al San Gerardo di Monza, si è ripreso esattamente due mesi dopo, il 17 maggio. E non è finita: fuori dalla rianimazione, Emanuele è stato trasferito in un reparto covid per non acuti, dove è rimasto ancora per qualche settimana.

Fino al nuovo trasferimento, all'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù per l'ultima fase, dunque la riabilitazione che gli ha permesso, martedì scorso, finalmente di tornare a casa. La fine di un incubo che sembrava davvero non finire mai: il virus lo ha colpito ai polmoni, danneggiando anche altri organi. Adesso sembra davvero tutto finito.

Non sono tanti i pazienti covid che hanno passato così tanto tempo in ospedale, e sono sopravvissuti. Emblematico forse uno dei più celebri casi bresciani: Fiorlorenzo Azzola, 54 anni, direttore della casa di riposo di Bagnolo Mella, morto alla fine di giugno dopo quattro mesi di ricovero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: padre di famiglia torna a casa dopo 4 mesi di ospedale

BresciaToday è in caricamento