menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid: a Edolo l'incidenza vola a 1.573, più di 150 studenti in quarantena

A Edolo il contagio corre: 70 positivi in una settimana, incidenza 6 volte oltre la zona rossa. Allestito un centro tamponi alle scuole elementari

Il contagio continua a correre a Edolo, al ritmo da zona rossa e oltre: come riferito dal sindaco Luca Masneri, sono 70 i nuovi positivi nell'ultima settimana. Questo significa che l'incidenza (calcolata su 4.450 residenti) ha raggiunto quota 1.573 nuovi casi ogni 100mila abitanti in sette giorni, dunque oltre 6 volte il limite da zona rossa (che è fissato a 250). Ad oggi in paese si contano 101 attualmente positivi, di cui 8 ricoverati in ospedale.

Maxi-focolaio tra i bimbi dell'asilo

Il maxi-focolaio si sarebbe scatenato tra i bambini dell'asilo, che da qualche giorno è chiuso (un centinaio i bimbi a casa in quarantena): “Il cluster partito da Edolo – spiega il sindaco Masneri – si è esteso anche alle scuole elementari e alle medie, e ha portato alla chiusura di classi anche a Malonno e Corteno Golgi”. In questo momento, ma è una stima, sarebbero 200 i bambini e i ragazzi in quarantena nei tre Comuni: 150 a Edolo di cui 100 alla scuola dell'infanzia e classi alle medie Meneghini e alle elementari Battisti.

Un centro tamponi per 200 studenti

“Al fine di circoscrivere il fenomeno, e indagarlo scientificamente – ha detto ancora Masneri – chiediamo a tutti un'assunzione di responsabilità, senza confini. Allestiremo un centro tamponi straordinario nella palestra delle scuole elementari, dove offriremo il tampone molecolare a tutti i 200 bambini che frequentano l'istituto”. Il centro sarà attivo giovedì e venerdì dalle 14 alle 18, in collaborazione con Ats, Asst e i volontari di Protezione Civile.

L'ipotesi più pessimista? Chiudere la scuola

“Il tampone è ovviamente facoltativo – continua il primo cittadino – ma abbiamo preparato, insieme alla minoranza, un comunicato congiunto in cui chiederemo a tutte le famiglie di collaborare, e di far sì che i ragazzi si sottopongano a tampone”. E dopo cosa succederà? “L'ipotesi più ottimista è che siano tutti negativi, e che il cluster si sia esaurito. Quella più pessimista, invece, è che vi siano positivi in tutte le classi, e che allora sarà necessario chiudere la scuola. Qualora il contagio fosse così diffuso, estenderemo lo screening anche alla scuola media”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento