rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Coronavirus Cigole

Sacerdote per 55 anni, dalla Bassa alla Valtrompia: addio a don Piero, ucciso dal Coronavirus

Si è spento a 85 anni don Piero Manenti da alcune settimane era ricoverato in ospedale: ha lottato contro il Coronavirus. Originario di Barbariga, è stato parroco di diversi Comuni in Valtrompia e nella Bassa.

Sacerdote attento e presente, così le numerose comunità che l'hanno conosciuto ricordano don Piero Manenti. Parroco di numerosi Comuni del Bresciano, si è spento venerdì sera in un letto d'ospedale. Travolto dalla furia del Coronavirus, aveva 85 anni.

Originario di Barbariga, era stato ordinato sacerdote il 20 giugno del 1959. Nel 2014, in occasione del Patrono di Zurlengo, aveva anche festeggiato 55 anni di sacerdozio. 

Dalla Bassa alla Valtrompia: ha lasciato un ricordo indelebile in numerosi paesi del Bresciano. Il primo incarico da curato a Cigole, poi il trasferimento a Carcina dov'è rimasto fino al 1965 quando è diventato parroco di Magno di Bovegno. Nel 1972 il ritorno a Cigole, questa volta per guidare la parrocchia per quasi 20 anni (dal '72 al 1990). L’ultimo incarico da parroco (1990-2002) è stato a Pompiano, dove ha vissuto gli ultimi anni della sua vita e dove sarà sepolto.  Prima di ritirarsi è stato presbitero collaboratore a Quinzano d’'Oglio (2002-2009).

"Le comunità che hanno avuto il piacere di conoscerlo sono tutte un po' più povere. È stato un pastore attento e presente con i suoi fedeli", è uno dei tanti ricordi di chi lo ha conosciuto. "Don Piero è ricordato per la profonda fede e per l’amore per il corpo dell’aeronautica. Due mesi fa ha avuto un ictus e adesso quando sembrava che il peggio fosse passato, il covid l’ha portato via. Che la terra ti sia lieve caro Don Piero." così lo ha ricordato Giacomo Uccelli, sindaco di Barbariga. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacerdote per 55 anni, dalla Bassa alla Valtrompia: addio a don Piero, ucciso dal Coronavirus

BresciaToday è in caricamento