menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Coronavirus, l'epidemia non rallenta: a Brescia 380 casi in un solo giorno

A livello nazionale si sono registrati 4.821 casi in più nelle ultime 24 ore, portando il totale a 42.681 di cui 25.515 in Lombardia. Brescia è al secondo posto per numero di contagiati: sono 5.028.

Il virus non rallenta, anzi continua a correre. I bollettini di sabato 21 marzo non sono affatto rassicuranti: il numero dei contagi e dei decessi è infatti in continua  e velocissima crescita. A livello nazionale sono 42.681 i contagiati da Coronavirus, ben 4.821 più di venerdì. I guariti 6.072, ovvero 943 in un giorno. Le vittime sono 793 in più, per un totale 4.825.

La situazione a Brescia e in Lombardia

E la nostra provincia è una di quelle che cresce maggiormente: è seconda soltanto a Bergamo  che resgistra 5.869  casi. Stando ai numeri diffusi dall'assessore regionale Gallera sono 5.028 i bresciani positivi, 380 in più rispetto a venerdì. Continua ad aumentare anche il numero dei decessi: sono ben 671 dall'inizio dell'emergenza. Nelle ultime 24 ore altre 77 persone non ce l'hanno fatta. I guariti sono invece 1500. Seguono Milano con 4.672, Cremona (2.733), Lodi (1.693), Pavia (1.194), Monza (1084), Mantova (842), Lecco (818), Como (452), Varese (359) e Sondrio (179).

I contagi in Lombardia sono aumentati vertiginosamente attestandosi a quota 25.515 (3.251 casi in più in una sola giornata). Aumentano anche i decessi che hanno oltrepassato quota 3mila (3.095, 546 rispetto a venerdì). Crescono anche i pazienti ricoverati: sono 8.258 e 1.093 di questi si trova in terapia intensiva.

"Tutti gli esperti ci avevano detto che i giorni più duri sarebbero stati sabato e domenica, vale a dire il 13°e il 14° giorno dall'introduzione dell'effettiva misura di contenimento. Da lunedì, quindi, auspichiamo di avere una riduzione del contagio", ha precisato Gallera.

Una crescita esponenziale che ha portato prima il governatore Fontana e poi il premier Conte a nuove strette per contenete il contagio. Sono state fermate tutte le attività produttive non essenziali e vietate le corse anche in solitaria. Qui tutte le nuove limitazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento