Coronavirus: gli agenti Itas mutua di Brescia donano un importante macchinario al Civile

Coinvolti nel progetto gli agenti Luciano Archetti e Gianpaolo Ramus (agenzia di Edolo), Fabio Zamboni (Brescia), Maurizio Sabbadini (Cologne), Giuseppe Piccolo Valerani (Chiari), Giacomo e Giuseppe Marniga (Desenzano), Vladimir Rizzo (Rezzato) e Giuseppe Soardi (Vallesabbia)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Le agenzie Itasa del territorio bresciano si sono attivate in questi giorni in modo concreto per offrire un significativo aiuto agli operatori sanitari quotidianamente impegnati nella lotta al Coronavirus. E’ stato infatti donato all’Unità Operativa Ostetricia degli Ospedali Civili di Brescia un Teg 6s – Sistema analizzatore dell’emostasi - del valore di 13.500 euro, destinato alle pazienti in gravidanza ricoverate per Covid-19.

Il macchinario è uno strumento diagnostico non invasivo progettato per monitorare e analizzare lo stato coagulativo di un campione ematico al fine di facilitare la valutazione delle condizioni cliniche di emostasi dei pazienti. Questa tecnologia innovativa consente di prendere decisioni di trattamento e monitoraggio pazienti personalizzate, solide dal punto di vista clinico, in tutta sicurezza. Si tratta di una strumentazione di grande importanza, soprattutto in questo momento estremamente delicato per il sistema sanitario ospedaliero bresciano, che vede la necessità di un massimo impiego di personale, strumenti e tecnologie per fronteggiare l’emergenza legata al Coronavirus.

Luciano Archetti, agente Itas Mutua di Edolo, si è fatto portavoce di questa preziosa iniziativa: “Quando, con i miei colleghi, abbiamo saputo di questa possibilità, ci siamo subito attivati per dare un aiuto concreto al nostro territorio e al sistema sanitario bresciano, duramente colpito da questa epidemia. La nostra Compagnia è da sempre attenta alla tutela del bene comune e all’aiuto reciproco e ci è sembrato doveroso, nel nostro piccolo, aiutare medici, infermieri e tutti gli operatori sanitari che in queste settimane stanno sacrificando la loro stessa vita per arginare questo terribile virus e tutelare la salute di tutti noi.”

L’iniziativa delle agenzie bresciane rientra nello spirito mutualistico di Itas, la più antica compagnia assicurativa italiana con sede a Trento, costituita in forma di mutua. L’azione di valorizzazione e tutela del bene comune costituisce uno dei pilastri fondamentali dell’operato di Itas Mutua, che porta la Compagnia a dialogare con tutte quelle realtà che ne condividono i valori di etica, solidarietà e vicinanza, al fine di migliorare l’ambiente sociale ed economico delle comunità in cui essa opera. In questo senso gli agenti e le agenzie del territorio costituiscono dei veri e propri punti di riferimento in grado di intercettare le esigenze e i bisogni delle diverse aree, aiutando i rispettivi attori a sviluppare progetti di crescita sostenibile e valoriale.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento