Coronavirus: 1 su 5 si è ammalato sul lavoro. A Brescia 2.784 casi e 20 decessi

I dati resi noti dall'Inail: sono quasi 50mila le persone che si sono ammalate sul posto di lavoro, un quinto dei casi italiani. In Lombardia 18.032 contagi e più di 100 decessi

Nei giorni bui dell'epidemia da coronavirus quasi 50mila persone si sono ammalate sul posto di lavoro, più di un quinto del totale dei casi italiani: è questo quanto emerge dall'ultimo report pubblicato dalla Consulenza statistico-attuariale dell'Inps, che ha raccolto tutte le denunce di contagio dalla fine di febbraio alla fine di giugno. Il totale dei casi segnalati sul posto di lavoro raggiunge quota 49.986, di cui oltre il 36% (18.032) in Lombardia. Anche se nel complesso quasi l'80% del totale si concentra nell'Italia settentrionale.

Contagi sul lavoro in Lombardia

Tra i lavoratori contagiati 252 hanno perso la vita: è Bergamo la provincia più colpita, con 32 decessi, seguita da Milano (22 decessi), Brescia (20 decessi) e Cremona (16 decessi). Per quanto riguarda il totale dei contagi sul posto di lavoro Brescia è la seconda provincia lombarda, con il 15,4% (2.784 contagi), dietro soltanto a Milano (30,2%) e davanti a Bergamo (13,2%), Cremona (7,7%) e Pavia (6,1%).

I settori più colpiti in Lombardia

I lavoratori più contagiati sono quelli nel settore “Sanità e assistenza”, con il 79,9% dei casi totali: di questi il 41,9% sono tecnici della salute (di cui l'80,9% sono infermieri), 14,5% professionisti dei servizi sanitari e sociali (al 99% Oss, operatori sociosanitari), il 13,9% professionisti dei servizi personali (e assimilati), 11% medici. Sono soprattutto le donne le più colpite, con il 72,6% del totale dei contagi sul posto di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fasce d'età di contagi e decessi

Analizzando i dati per fasce d'età, il 45,6% dei contagiati Covid sul lavoro ha tra i 50 e i 64 anni, il 36,9% ha da 35 a 49 anni, il 16,6% tra i 18 e i 34 anni. L'età media dei deceduti è di 59 anni, e nell'82% dei casi sono stati uomini a perdere la vita. Più del 30% dei morti per Covid sul posto di lavoro era in servizio negli ospedali o nelle strutture sanitarie: una percentuale che scende al 26,1% in provincia di Brescia, dove i contagi sul lavoro nel settore “Sanità e assistenza” pesano per il 72,1%. Quasi la metà dei morti sul lavoro per Covid sono in Lombardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Omicidio a Breno: 25enne strangola la madre di 53 anni

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Colpo di pistola in Commissariato: agente muore dopo il trasporto in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento