Coronavirus d'estate, il report dell'ISS: i luoghi dove ci si contagia di più

CRONACA

Negli ultimi 30 giorni quasi un caso su tre di positività al coronavirus è stato diagnosticato a seguito di un ritorno da un viaggio all'estero, in gran parte vacanze, che diventano più di un caso su due se associati ai contagi in ambito familiare: lo riferisce l'Istituto superiore di Sanità nell'ultimo Bollettino di sorveglianza integrata, pubblicato alla vigilia di Ferragosto.

In particolare, sono stati analizzati parte dei casi diagnosticati dal 13 luglio all'11 agosto: in tutto 1.989 nuovi casi di positività al Covid-19 su un totale di 7.646 nuovi casi. E' da questo report che emerge la preponderanza del ritorno da viaggi all'estero: 615 casi, pari al 30,9%. Come detto seguono i contagi in ambito familiare, 467 casi totali pari al 23,5% (quasi uno su quattro).

Coronavirus: tutti i luoghi del contagio

Questi gli altri luoghi dove si sono registrate numerose infezioni: nelle Rsa, case di riposo e comunità per disabili, 152 casi pari al 7,6%; sul posto di lavoro, 68 casi pari al 3,4%; in bar e ristoranti, 46 casi pari al 2,3%. Sono solo 31 invece i nuovi contagi in ospedale o in ambulatorio, l'1,6%: seguono 16 casi in comunità religiose (0,8%) e 5 casi in aereo e altrettanti in nave o crociera (0,3%). A questi si devono aggiungere altri 584 casi (il 29,4%) per cui non è stata specificata l'origine (e in cui potrebbero esserci le discoteche, tra l'altro di nuovo chiuse da pochi giorni, o le vacanze in Italia: in ritorno dalla Sardegna, ricordiamo, è risultato positivo anche un calciatore del Brescia).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contagiati sempre più giovani

Come già anticipato dall'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, continua a calare l'età mediana dei contagi. Per intenderci, nel report settimanale dei casi confermati di Covid-19, l'Iss ha rilevato un calo dai circa 60 anni di fine febbraio (ma con picchi vicino ai 70 nelle prime settimane di aprile) fino ai 40 anni dal 9 al 16 luglio, e addirittura 30 anni nella settimana del 6 agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento