menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Covid, un positivo in municipio: chiusi gli uffici e tamponi a tutti i dipendenti

La sindachessa: "Abbiamo cercato di contenere al minimo le presenze all'interno degli uffici comunali"

Dopo un dipendete positivo all'interno del municipio di Bagnolo Mella, la sindachessa Cristina Almici ha deciso di chiudere a scopo precauzionale gli uffici e di sottoporre a tampone i dipendenti (sono circa una quarantina). Sono tutti risultati negativi, il contagio sembra essere circoscritto a un solo ufficio.

Questo il messaggio della prima cittadina:

Cari bagnolesi, anche sul nostro territorio i numeri del contagio man mano stanno crescendo. In particolare oggi abbiamo avuto 10 nuovi positivi, 11 della giornata di ieri e 5 in quella di giovedì. Complessivamente abbiamo 76 persone che, ad oggi, risultano essere positive. Il virus ultimamente si presenta come una forma simil influenzale e, in particolare, i sintomi risultano essere la presenza di febbre intorno a 37 e 38 gradi, che persiste per alcuni giorni. Abbiamo la presenza solitamente di tosse e anche uno stato di stanchezza che coinvolge tutto il fisico. Ovviamente abbiamo supportato l'iniziativa da parte della farmacia comunale per l'attivazione della prova sul nostro territorio dei tamponi antigenici rapidi, perché questo ci consentirà di avere una maggiore percezione dello stato di salute e di sicurezza del nostro territorio.
Per quanto riguarda una situazione di natura precauzionale, come Comune abbiamo cercato di contenere al minimo quelli che sono le presenze all'interno degli uffici comunali: quindi vi invito a contattare in caso di bisogno gli uffici o tramite mail o tramite telefono. La presenza verrà garantita nel momento in cui non ci sia la possibilità di svolgere le pratiche a distanza; per alcuni uffici, ci sono state delle chiusure a carattere precauzionale. A breve ritorneremo attivi al 100%, ovviamente ci scusiamo ma la situazione di emergenza richiede massima attenzione e precauzione.
Un'altra importante notizia: ci sono ancora 458 persone di età superiore agli 80 anni che non hanno aderito tramite il portale alla richiesta di poter essere vaccinati. È evidente qualcuna lo avrà fatto per scelta, qualcun'altra magari non è stata in grado di farlo ma c'è sempre il medico di base. Ovviamente anche il comune si mette a disposizione per qualsiasi necessità, nei prossimi giorni cercheremo di contattare le persone ultraottantenni per capire le motivazioni per cui non hanno aderito alla campagna che sia già attivata presso l'hub di Manerbio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento