Coronavirus

Coronavirus, la buona notizia: al Civile in pochi giorni 200 ricoverati in meno

Il sintomo di un trend che rallenta: sono circa 600 i ricoverati per Covid-19 al Civile, 200 in meno rispetto al picco raggiunto pochi giorni fa. L’ipotesi di un nuovo ospedale alla facoltà di Ingegneria

Il consueto appuntamento per gli auguri pasquali ai dipendenti, quest’anno tutti all’aperto e nel rispetto delle distanze di sicurezza, per il direttore generale del Civile di Brescia Marco Trivelli è diventata l’occasione per fare il punto sulla situazione Covid-19, presente e futura.

Come scrive il Giornale di Brescia, gli ultimi dati disponibili confermano un calo di circa 200 persone ricoverate: nei giorni della massima emergenza si era raggiunto il picco di 800, adesso la curva sta scendendo (e sarebbe già intorno ai 600). Di questi, poco meno del 10% (in totale 54) sono i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva.

Nuovo ospedale in università?

Dall’inizio dell’emergenza sono stati accolti al Civile 2.600 pazienti positivi al Coronavirus, e più di 2.000 sono stati ricoverati: sono 650 i pazienti dimessi e guariti, 420 i decessi. Trivelli ha confermato la “strategia” della Regione per realizzare al Civile (nella zona della “scala 4”) il primo ospedale Covid di tutta la Lombardia, anche per il post-emergenza.

Come già anticipato qualche giorno fa, saranno 170 i posti letto disponibili, a cui si aggiungono quelli già operativi del reparto di Malattie infettive. Ma intanto, come scrive Bresciaoggi, si lavora anche all’ipotesi di realizzare un ospedale temporaneo negli spazi dell’università: potrebbero essere circa 120 i posti letti ricavati alla facoltà di Ingegneria, tra Via Branze e Viale Europa. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la buona notizia: al Civile in pochi giorni 200 ricoverati in meno

BresciaToday è in caricamento