Lunedì, 20 Settembre 2021
Coronavirus

Bergamo, folla in Città Alta. La rabbia di Gori: "Non bastano centinaia di morti?"

La rabbia di Gori dopo le immagini provenienti da Città Alta: "Ci sono regole da rispettare, usate le mascherine"

Foto ANSA / Beppe Bedolis - Eco di Bergamo

Nel marzo nero della pandemia, nella provincia di Bergamo la mortalità è aumentata del 568%, rispetto alla media dello stesso mese nel periodo 2015-2019. Il dato peggiore d'Italia e tra più drammatici dell'intero pianeta. 

Nonostante ciò, i nostri 'cugini' non sembrano aver preso troppo sul serio la tragedia appena passata (e si spera che tale rimanga, visto che - con le aperture di oggi - i contagi aumenteranno di sicuro, per stessa ammissione del governatore Fontana). Le immagini che provengo dal Città Alta hanno fatto scalpore: "Troppa gente in strada", alcune persone senza mascherina e senza rispettare le distanze: il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha criticato i suoi cittadini. E sulla sua pagina Facebook ha pubblicato una dichiarazione e un video: "Le immagini che ho visto mi hanno preoccupato e fatto arrabbiare. Non sono bastate centinaia morti nella nostra città?", si chiede il primo cittadino.

"Domenica mattina, dopo una passeggiata sui Colli, ero tornato a casa rinfrancato. Non avevo incontrato una sola persona senza mascherina - ha dichiarato -. Ma le immagini del pomeriggio, di Città Alta e di Largo Rezzara, mi hanno preoccupato e fatto molto arrabbiare. Non sono bastate centinaia morti nella nostra città? Vogliamo ritrovarci tra un mese di nuovo nei guai?! Ve lo chiedo di nuovo: per piacere, metteteci serietà, impegno e rigore".

Il sindaco di Bergamo ha posto poi l'accento su tre parole chiave: 'distanze' (almeno 1 metro), 'mascherina' (obbligatoria) e 'igiene'.
"Ci sono regole da rispettare per tutti, in primo luogo per gli operatori commerciali e i ristoratori, ma il nostro senso di responsabilità - di noi cittadini - sarà fondamentale. E non basta invocare i controlli: se anche avessimo il triplo degli agenti di Polizia Locale non potremmo essere dappertutto a controllare tutti. E comunque non li abbiamo. Li faremo i controlli, ma sta innanzitutto a noi", ha infine concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bergamo, folla in Città Alta. La rabbia di Gori: "Non bastano centinaia di morti?"

BresciaToday è in caricamento