Coronavirus

Zona gialla, la mappa delle riaperture: centri commerciali, palestre e matrimoni

Un passo alla volta, il ritorno alla normalità: il calendario delle riaperture dei prossimi giorni

Foto da freepik.com

Non solo coprifuoco alle 23 (e che sarà posticipato ancora, e poi abolito): il Decreto firmato il 18 maggio dal premier Mario Draghi ha stilato una vera e propria “road map” delle riaperture in zona gialla, aspettando la zona bianca, che dovrebbe arrivare (finalmente) a giugno. Vediamo quali sono le novità dei prossimi giorni.

Centri commerciali

Dal 22 maggio, ovviamente in zona gialla, le attività degli esercizi commerciali presenti all'interno di mercati, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali (e altre strutture ad essi assimilabili) potranno riaprire i battenti anche nei weekend, nei giorni festivi e prefestivi, sempre nel rispetto dei protocolli e delle linee guida governative.

Palestre e piscine

Da lunedì 24 maggio, in zona gialla, riapriranno anche le palestre: dovranno rispettare i protocolli e le linee guida adottati dal Dipartimento dello sport, sentita la Federazione medico-sportiva italiana e sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico. Tra questi, ricordiamo, il rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri e adeguati sistemi di ricambio dell'aria, senza ricircolo. Dal 1 luglio potranno riaprire anche le attività di piscine e centri natatori anche al chiuso: stessa cosa per i centri benessere.

Bar e ristoranti

Al di là del coprifuoco già spostato alle 23, dal 1 giugno le attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, saranno consentite anche al chiuso.

Eventi sportivi

Martedì 1 giugno sarà la volta anche degli eventi sportivi aperti al pubblico, all'aperto: è già andato in scena, ricordiamo, l'esperimento della finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus, vinta dai bianconeri; lo stadio di Reggio Emilia ha accolto 4.500 spettatori, tutti “tamponati” prima dell'ingresso. Dal 1 luglio via libera al pubblico anche per eventi sportivi al chiuso: la capienza consentita, in ogni caso, non potrà essere superiore al 25% di quella massima autorizzata, fino a un massimo di 1.000 spettatori per impianti all'aperto e 500 per impianti al chiuso.

Parchi divertimento e matrimoni

Save the date: dal 15 giugno saranno consentite le attività dei parchi tematici e di divertimento. E ancora: a partire dallo stesso giorno saranno consentite le feste per cerimonie civili e religiose, tra cui i matrimoni, anche al chiuso. Ma con una prescrizione: che i partecipanti siano muniti di “green pass”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona gialla, la mappa delle riaperture: centri commerciali, palestre e matrimoni

BresciaToday è in caricamento