Coronavirus: assembramento di clienti, bar chiuso per 15 giorni

Nei guai il Caffè Latteria e il Bar OK di Brescia

Brescia. Nei giorni scorsi, sono state controllate dalla Polizia di Stato attività commerciali e di ristorazione, allo scopo di far rispettare le normative anti-contagio.

In via Caduti del Lavoro, in prossimità del “Caffè Latteria”, gli agenti hanno notato un assembramento di persone che, nonostante le attuali misure sul distanziamento sociale, si intrattenevano nei pressi del locale consumando bevande ed alimenti. Una volta constatata l’infrazione, i poliziotti hanno proceduto ad elevare la sanzione prevista ai 5 avventori e al titolare, il cui bar è stato chiuso per 15 giorni come previsto dalla legge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni giorni fa, inoltre, il personale della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura ha sanzionato il titolare del "Bar OK" di via Milano per violazioni ai decreti del governo. Approfittando di una piccola finestra che dà sulla strada, il barista è stato sorpreso a servire caffè ad un cliente. Gli agenti hanno disposto anche per questo locale l’immediata sospensione dell’attività per 2 settimane: il provvedimento è stato adottato perché, al momento del fatto, non era ancora consentita la vendita d'asporto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Colpo di pistola in Commissariato: agente muore dopo il trasporto in ospedale

  • Abbandonata dal marito, chiedeva l'elemosina in paese, è stata uccisa dal figlio che avrebbe dovuto proteggerla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento