Dalla maestra all’assessore, Brescia piange le vittime del Coronavirus

Ancora tante, troppe croci in provincia di Brescia: volti noti e meno noti che hanno lasciato i propri cari dopo l’infezione da Coronavirus

Da sinistra verso destra: Vladimiro Battaglia, Giovanni Branchi, Martino Guarinelli

Non accenna a rallentare la lunga scia di sangue del contagio bresciano: anche tra lunedì e martedì alla triste conta dei lutti si sono aggiunte almeno una sessantina di croci. Volti noti e meno noti della provincia, che lasciano nello sconforto amici, conoscenti e familiari. Ancora oggi è soprattutto la Bassa a pagare lo scotto più caro: è notizia di queste ore dei cinque decessi alla casa di riposo di Quinzano d’Oglio, dove dall’inizio dell’epidemia sono già morti 18 anziani. Altri sette sono i decessi nella casa di riposo di Barbariga.

Lacrime e dolore in tutta la provincia

A Pontevico la comunità piange la scomparsa di Martino Guarinelli, detto John: aveva 78 anni ed era stato fondatore e presidente della sezione locale della Croce Bianca. A Calvisano si è spento a 75 anni Vladimiro Battaglia, ex marinaio ed ex dirigente della Calvina, squadra di calcio locale: lo piange la moglie Marinella.

Lacrime e rabbia anche nell’hinterland cittadino. A Roncadelle è morta a 74 anni la maestra Piera Tirelli, che ha insegnato per quasi un quarantennio: originaria di Brescia, si era laureata alla Cattolica, da una vita abitava a Roncadelle. La piangono il marito Vittorio, i figli Alessandra e Andrea, la sorella Carla.

In tanti a Castenedolo ricordano Giovanni Branchi, morto a soli 67 anni: era stato assessore ai Servizi sociali e all’Agricoltura dal 2009 al 2014. Per lungo tempo era stato anche presidente della scuola materna di Capodimonte: lo piangono la moglie Caterina e i figli Elisa e Stefano. A Brescia è morto a 79 anni Giuseppe Fappani, ex direttore del caseificio Gardalatte di Lonato: lascia la moglie Adriana e il figlio Paolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primi lutti in tanti paesi bresciani

Primi decessi in tanti paesi bresciani. A Castrezzato è morta a 73 anni Agostina Cavalli, volontaria in parrocchia e per l’associazionismo locale. Sul lago di Garda, a San Felice si è spento a soli 66 anni Luigi Soloni, da tutti conosciuto come Ginetto: pescatore appassionato, abitava a Portese. Lo piangono la moglie Rosaria e la figlia Martina. Penne nere in lutto per la morte di Angelo Amonti, 80 anni di Puegnago: era stato capogruppo della sezione alpini di Villa di Salò. Lascia la moglie Bruna, i figli Gianfranco e Katia, il fratello e le sorelle. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento