Coronavirus: 1.000 nuovi casi e 200 morti in Lombardia, ma 500 ricoverati in meno

I dati continuano a “ballare”: oltre un migliaio di nuovi casi in Lombardia e 200 morti, a Brescia più 130 con 18 decessi. Gli ospedali si svuotano: per la prima volta meno di 10mila ricoverati

La guerra al virus si combatte con la scienza, nient’altro: al via giovedì i test sierologici sui cittadini bresciani, segnalati da Ats e dai medici di base, nei punti prelievo allestiti negli ospedali di Brescia, al Civile, e poi Desenzano e Manerbio, da venerdì mattina anche Chiari e Montichiari. I primi ad essere “analizzati”, con prelievo di sangue e risultati pronti (forse) entro pochi giorni, saranno i cittadini chiamati da Ats, su base volontaria: contestualmente verranno sottoposti a prelievo anche medici e operatori sanitari delle varie Asst coinvolte. I test sierologici sono in corso anche in provincia di Bergamo (Alzano, Nembro e Albino), Cremona (Casalmaggiore, Soresina, Cremona e Crema) e Lodi (Codogno e Lodi).

Coronavirus in Italia e in Lombardia

C’è ancora tanto da fare: perché se in Lombardia continuano a calare i ricoveri in ospedale, circa un migliaio in meno negli ultimi giorni, il virus rallenta ma non abbastanza. Sono 1.073 i nuovi casi di positività al Covid-19, che portano il totale a 70.165: il 36,93% di tutti i casi italiani, che sono 189.973 (più 2.646 nelle ultime 24 ore). E di Coronavirus si continua a morire: ancora 200 morti in Lombardia, 464 in Italia. Sono 12.940 i morti lombardi dall’inizio dell’epidemia, il 50,64% di tutti i morti italiani (che sono 25.549). 

Calano i ricoverati in ospedale

Nel mondo i decessi sono più di 183mila: la metà dei morti europei viveva all’interno di case di riposo, case di cura e Rsa. Una tragica circostanza che dovrà far riflettere, e ripensare un intero modello di gestione. Calano i ricoveri in Lombardia, per la prima volta da settimane sotto i 10mila: sono 9.982 le persone ricoverate in ospedale, di queste 9.192 sono in buone condizioni, 500 in meno nelle ultime 24 ore, il 92,08%; sono 790 (meno 27) i ricoverati in terapia intensiva, il 34,84% di tutti i ricoveri in terapia intensiva d’Italia (2.267 in totale).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati per provincia: sono ancora 130 i nuovi casi nel Bresciano, che portano al totale a 12.308. Rallenta la curva dei decessi, ma sono ancora tanti: 18 i lutti solo tra mercoledì e giovedì. E’ inevitabilmente Milano la provincia più colpita: 17.277 casi totali di cui 7.221 in città, 277 nelle ultime 24 ore. Seguono, dopo Brescia, le province di Bergamo (10.946 casi, più 98) e Cremona (5.807 casi, più 101). La guerra è tutt’altro che finita. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Shampoo e docciaschiuma, fa il bagno nella fontana della piazza

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Una frenata e poi lo schianto: padre di famiglia muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento