Covid: in Lombardia 65 morti, Brescia prima provincia d'Italia per nuovi contagi

Brescia (insieme a Monza) è la prima provincia italiana per nuovi contagi: dei 655 casi italiani quasi la metà sono Lombardia. In tutta Italia si piangono altre 161 croci

Brescia, protezione civile: distribuzione di mascherine (foto Christian Penocchio)

Mentre l'Italia lentamente si riprende, il mondo non è mai stato così malato: nel giorno in cui la penisola festeggia la più bassa percentuale di positivi sui tamponi processati – per la prima volta sotto l'1% - nel mondo si contano 106mila nuovi casi, mai così tanti, e migliaia di morti. L'incubo Coronavirus non ha rallentato la sua corsa, se non in pochi Paesi.

In Italia intanto prosegue la Fase 2. Sono 655 i nuovi casi di Covid-19, ma che sarebbero solo 361 senza la Lombardia: il totale è di 227.364 casi accertati dall'inizio dell'epidemia, di cui 85.775 (il 37,72%) in Lombardia. In terra lombarda sono 294 i nuovi casi, pari al 44,88% di tutti i nuovi casi italiani, su un totale di 11.508 tamponi processati, di cui il 2,55% sono risultati positivi.

La triste conta dei decessi: altri 161 morti

Si continua a morire, purtroppo: 65 decessi per Coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore, il 40,37% dei 161 nuovi deceduti italiani, che portano il totale a 15.662, pari al 48,44% di tutti i morti italiani per Coronavirus (32.330). Sono 3 i decessi nel Bresciano: a Chiari, Leno e Rezzato. Continua a calare la pressione sugli ospedali: sono 4.512 i ricoverati per Covid-19 in Lombardia.

Di questi, 4.281 (il 94,88%) sono in buone condizioni e 231 in terapia intensiva, il 34,17% di tutti i ricoverati Covid in terapia intensiva d'Italia. A livello provinciale è In Lombardia 65 morti, Brescia prima provincia d'Italia per nuovi contagi il territorio che conta il più alto numero di nuovi contagi, 50 come a Monza e Brianza: il totale bresciano è di 14.249 casi, seconda solo a Milano che con 48 nuovi casi si porta a 22.372, di cui 9.425 in città.

Coronavirus in Lombardia: i dati per provincia

Seguono le province di Bergamo (12.633 casi totali, più 26), Cremona (6.350 casi, più 15), Pavia (5.082 casi, più 35) e la vicina Mantova (3.300 casi, più 6). In tutta Italia sono solo due le regioni che contano più di 50 nuovi contagi: la Lombardia (dove ci sono tre province che sfiorano i 50 contagi) e il Piemonte. Saranno queste le regioni considerate a rischio il prossimo 3 giugno?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Demicheli: "Avrei aspettato a riaprire"

“Il lockdown ha rallentato la diffusione del Coronavirus ma non l'ha impedita – ha detto Vittorio Demicheli ai microfoni di Sky, direttore di Ats Milano e componente delle task force Covid-19 della Regione e del Governo – I nuovi casi che registriamo sono soprattutto familiari: ci vengono segnalati dal sistema di sorveglianza, spesso aumentano perché li cerchiamo in modo più attivo. Ma devo essere onesto: da sanitario avrei aspettato ancora un po' prima di riaprire, sono un po' preoccupato per quello che vedo in questi giorni. Rispettiamo comunque le decisioni della politica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento