Covid-19, emergenza senza fine: 300 nuovi ricoveri, a Brescia 42 morti in un giorno

In Lombardia 300 nuovi ricoveri in ospedale. Nella nostra provincia ancora troppi lutti

Ospedale di Gavardo - Foto di Maurizio Poinelli

Non è ancora il tempo di tirare il fiato, purtroppo: i 300 nuovi ricoveri in ospedale in Lombardia nelle ultime 24 ore ci fanno capire che l’emergenza è tutt’altro che finita. Sono 855 i nuovi casi di positività al Coronavirus, poco meno del 10% su un totale di 8.824 tamponi effettuati: 163 i nuovi decessi, per un totale di 12.213, il 51,61% del totale dei decessi italiani (che sono 23.660, su un totale di 178.972 casi accertati: 66.236 i casi in Lombardia dall’inizio dell’epidemia). In Italia sono 433 le vittime in un solo giorno.

In Lombardia calano i ricoveri in terapia intensiva, 25 in meno nelle ultime 24 ore, ma non i ricoverati in ospedale: come detto 300 in più. Il totale dei ricoverati è di 11.264: si questi 10.342 sono in buone condizioni, il 91,81%, e 922 in terapia intensiva, il 34,99% di tutti i ricoverati in terapia intensiva d’Italia (che sono 2.635, in calo). 

I dati per provincia

I dati per provincia. E’ ancora Milano il territorio più colpito, con 15.825 casi totali (279 in più nelle ultime 24 ore) di cui 6.549 in città: seguono Brescia con 11.946 (più 188), Bergamo con 10.689 (più 60), Cremona con 5.417 (più 10) e Monza Brianza con 4.098 casi (più 56). Anche per la nostra provincia è tutt’altro che finita: i bresciani piangono 2.202 croci da quando tutto è cominciato, altri 42 defunti tra sabato e domenica, di cui 16 in città. I nuovi casi positivi “reali” sono 48, a cui si aggiungono 140 nuovi positivi dalle case di riposo.

“Sono passati due mesi dal weekend del 21 febbraio quando a Codogno è partito il primo focolaio – ha detto l’assessore regionale alla Protezione civile Pietro Foroni – I Comuni travolti per primi dallo tsunami del Coronavirus hanno mostrato grandissima responsabilità nel rispettare le restrizioni imposte e nell’accettare la situazione con comportamenti che hanno contribuito fortemente a limitare l’avanzata del contagio in quella zona. Ma la sfida non è ancora vinta, può essere ancora lunga e quindi dobbiamo continuare a prestare massima attenzione e rispettare le misure finora vigenti a tutela di tutta la comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione in Italia e nel mondo

Dall’inizio di aprile la Regione ha consegnato circa 8 milioni di Lombardia, in tutto il territorio: di queste più di 6 milioni e mezzo a enti, municipi e forze dell’ordine. Sono circa 3mila i volontari in campo ogni giorno. Nel mondo intanto la pandemia continua a imperversare. Ad oggi sono 2.367.758 i casi di positività accertata, con 163.134 morti (il 6,89%: in Italia la percentuale è doppia, 13,22%). Sono gli Stati Uniti il Paese più colpito, con oltre 40mila decessi (un quarto del totale). 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Omicidio a Breno: 25enne strangola la madre di 53 anni

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Colpo di pistola in Commissariato: agente muore dopo il trasporto in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento