Coronavirus

Prima notte di coprifuoco: Brescia città fantasma tra le proteste dei baristi

Anche a Brescia la prima notte di coprifuoco: poche persone in giro, mentre baristi e ristoratori protestano in Piazza Arnaldo

Le proteste dei commercianti in piazzale Arnaldo

“Crediamo che l'emergenza economica sia maggiore di quella sanitaria, perché i numeri dicono questo. A marzo la gente correva in ospedale, oggi i dottori corrono a cercare i malati. Mi sembra che ci troviamo di fronte a una realtà ben diversa: a marzo gli ospedali erano pieni di persone, oggi gli ospedali e gli infermieri escono per correre dietro alla gente e trovare qualcuno che è contagiato”.

Sono queste alcune delle dichiarazioni dei baristi e ristoratori scesi in piazza anche a Brescia per contestare le nuove misure di contenimento della pandemia, tra cui la limitazione degli orari – tutti chiusi entro le 23 – e il coprifuoco, che prevede il divieto assoluto di spostamenti non necessari dalle 23 alle 5 (salvo casi eccezionali, con autocertificazione).

Prima notte di coprifuoco: le strade sono deserte

Nel frattempo, nella prima notte del coprifuoco, le strade e le vie si sono già svuotate. Rimane qualche capannello di giovani, che resiste fino agli ultimi minuti disponibile, ma in alcune storiche location cittadine – come Corso Zanardelli – il silenzio e il deserto sono arrivate ben prima, già appena dopo le 21. Certo per la controprova ci sarà da aspettare il weekend.

Non è diversa la situazione nel resto della provincia, comprese le zone turistiche (come il lago di Garda) dove di fatto, ogni anno, al finire della stagione s'innesca una sorta di coprifuoco naturale. “Le nostre attività con tutte queste restrizioni sono da buttare nell'immondizia”, si legge sullo striscione che capeggia in Piazza Arnaldo. Intanto in Lombardia ci sono già 1.851 persone in ospedale per coronavirus, di cui 156 in gravi condizioni nelle terapie intensive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima notte di coprifuoco: Brescia città fantasma tra le proteste dei baristi

BresciaToday è in caricamento