Coronavirus

Coronavirus, a Brescia una Pasqua di speranza: morti e contagi in forte calo

I bresciani morti domenica sono 23 e nessuno in Valcamonica, i contagi solamente 80, al netto nei tamponi nelle Rsa: a metà marzo si viaggiava a una media di 400 al giorno

Foto Ozan Kose/Afp/Ansa

Coronavirus: nella giornata di Pasqua si accende una luce di speranza. Ieri, nella consueta conferenza stampa, il commissario Angelo Borrelli ha aggiornato i dati sull'epidemia in Italia, che hanno fatto registrare una frenata di decessi, 431 nelle ultime 24 ore. Dopo quasi un mese, il numero di vittime quotidiane torna a essere inferiore alle 500 unità, si tratta del dato più basso dallo scorso 18 marzo. Sale quindi a 19.899 il numero delle vittime nel Paese dall'inizio dell'emergenza. 

I guariti totali sono 34.211, con un incremento di 1.677 unità nelle ultime 24 ore. I casi attualmente positivi, nel complesso, sono 102.253 (+1.984). In isolamento domiciliare 71.063 persone, i ricoverati con sintomi sono 27.847. Continua a migliorare anche la situazione nelle terapie intensive dove si trovano attualmente 3.343 pazienti, 38 in meno rispetto a sabato. I casi totali di Coronavirus dall'inizio dell'emergenza sono 156.363. Superato il milione di tamponi eseguiti, in totale 1.010.193.

Coronavirus, i dati in Lombardia

In Lombardia ci sono in tutto 59.052 positivi al Covid-19, 1.460 in più rispetto a sabato, un po' meno dei +1.544 del giorno prima. Calano i ricoveri generici in ospedale, con 57 posti liberati nella regione. Secondo gli ultimi dati della Regione, illustrati dall'assessore Giulio Gallera, i tamponi processati sabato sono stati 9.530. "Nelle scorse settimane ne facevano 5mila, 6mila", ha ricordato l'assessore. "C'è una crescita costante, ma il dato molto positivo è il calo dei ricoverati". Il numero dei dimessi è 1.405.

Coronavirus, la situazione a Brescia

Se si pensa all'ecatombe delle ultime settimane, si può dire che notizie positive arrivano anche dalla nostra provincia. Secondo i dati dell'Ats di Brescia, nella giornata di domenica i decessi sono stati in tutto 23 (nessuno in Valcamonica), il dato più basso dal 9 marzo. Sono in forte calo anche i contagiati, in 24 ore saliti di 80 unità al netto dei tamponi nella case di riposo, dove i controlli sono stati avviati solamente la scorsa settimana (a oltre un mese dall'inizio della pandemia). Nelle Rsa, tra ospiti e addetti ai lavori, i nuovi contagi sono in tutto 139. Ats ha deciso di scorporare i dati delle case di riposo, 'ripulendo' quindi le statistiche comunali, le cui tabelle - improvvisamente gonfiatesi in settimana - verranno quindi rimodulate in base a questa nuova norma; si spiega così la decrescita registrata nei giorni scorsi in alcuni Comuni. Dall'inizio della pandemia, sono 1932 i morti bresciani, 10.026 i  positivi (al netto delle Rsa) e 5076 i dimessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Brescia una Pasqua di speranza: morti e contagi in forte calo

BresciaToday è in caricamento