Coronavirus, il bollettino: 889 morti in un giorno, superate le 10mila vittime in Italia

Il 28 marzo in Italia sono stati certificati 92.472 casi di Covid-19, di questi sono 70.065 i pazienti attualmente positivi al coronavirus e 12.384 i guariti. Sono purtroppo deceduti 10.023 pazienti

Medici e infermieri monitorano lo stato di un paziente. Foto Ansa

Coronavirus in Italia: il bollettino di oggi sabato 28 marzo 2020

Coronavirus, ecco i dati del bollettino della Protezione civile aggiornati a oggi, sabato 28 marzo. Una premessa è necessaria: si tratta di dati ufficiali - forniti dal ministero della Salute - che molto probabilmente sottostimano il numero di contagi, perché alcune persone, pur avendo alcuni sintomi di Covid-19, non vengono sottoposte a tampone e dunque non entrano in questo conteggio. Ma sono dati importanti perché ci indicano con precisione lo stato di saturazione dei nostri ospedali, soprattutto per quanto riguarda i reparti di terapia intensiva. E da questi dati si ritiene di poter monitorare la tendenza dell'epidemia (si sta espandendo oppure no? E dove e in che modo?).

Coronavirus, il bollettino della Protezione civile: record di guariti oggi

Il contagio non si ferma: la situazione resta ancora molto difficile. Ecco i dati di oggi diffusi da Angelo Borrelli, capo dipartimento della Protezione civile, tornato a tenere la conferenza stampa dopo l'assenza di qualche giorno per febbre.

  • Totale casi dall'inizio dell'epidemia: 92.472 (+5.974ieri erano 86.498);
  • Deceduti: 10.023 (+889, ieri erano 9.134);
  • Guariti: 12.384 (+1.434, ieri erano 10.950);
  • Pazienti ricoverati in terapia intensiva: 3.856 (+124, ieri erano 3.732);
  • Totale attualmente positivi: 70.065 (+ 3.651, ieri erano 66.414).

Sono 1.434 le persone guarite oggi. Un numero record dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, ha detto il capo della Protezione Civile nel corso del consueto punto stampa sull'emergenza Covid-19. "Se non si fossero adottate le misure che abbiamo adottato, oggi avremmo ben altri numeri. Ci saremmo trovati in una situazione insostenibili. I provvedimenti presi dal governo sono stati quelli più appropriati", ha aggiunto Borrelli. 

bollettino coronavirus 28 marzo 2020-2

Coronavirus, la mappa dei contagi in Italia aggiornata dalla Protezione Civile

Qui sotto, la mappa aggiornata dei contagi da Covid-19 in Italia. I dati sono forniti dal ministero della Salute ed elaborati dalla Protezione Civile. Le zone più colpite dall'epidemia sono indicate con un pallino rosso. Il grafico in basso a destra mostra invece l'incremento giornaliero delle persone positive al virus. 

Coronavirus, i dati regione per regione

Ecco i dati suddivisi per Regione. Si tratta dei casi totali, cioè del numero di persone trovate positive dall'inizio dell'epidemia (include le persone decedute e quelle guarite). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

  • Lombardia 39.159 (+2.117, +5,68%)
  • Emilia-Romagna 12.383 (+791, +6,86)
  • Veneto 7.930 (+433, +5,78%)
  • Piemonte 7.671 (+579, +8,16%)
  • Marche 3.373 (+177, +5,54%)
  • Liguria 2.822 (+126, +4,67%)
  • Campania 1.592 (+138, +9,49%)
  • Toscana 3.817 (+367, +10,64%)
  • Sicilia 1.359 (+109, +8,72%)
  • Lazio 2.505 (+210, +9,15%)
  • Friuli Venezia-Giulia 1.436 (+119, +9,04%)
  • Abruzzo 1.133 (+116, +11,41%)
  • Puglia 1.458 (+124, +9,3%)
  • Umbria 969 (+85,+9,62%)
  • Bolzano 1.109 (+106, +10,57%)
  • Calabria 555 (+61, +12,35%)
  • Sardegna 624 (+94, +17,74%)
  • Valle d’Aosta 511 (+59, +13,05)
  • Trento 1.505 (+114, 8,2%)
  • Molise 123 (14, +12,84%)
  • Basilicata 182 (+31, +20,53%)

Coronavirus in Italia: il bollettino di oggi sabato 28 marzo 2020

Coronavirus in Lombardia - In Lombardia i casi di contagio da coronavirus sono saliti a 39.415 (2.117 in più rispetto a venerdì), mentre i morti raggiungono quota 5.944 (+542 nelle ultime 24 ore). Cala la crescita dei ricoveri: 11.152 (+15), di cui 1.319 in terapia intensiva. Lo ha riferito l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera. E' "drammatica" in provincia di Bergamo la situazione delle Rsa e dei centri diurni che "in soli venti giorni hanno visto oltre 600 decessi su 6.400 posti letto": così hanno scritto i responsabili delle strutture in una lettera di richiesta di sostegno indirizzata all'Ats e alla Regione. "Mentre scriviamo la situazione - si legge nella lettera del 25 marzo - continua ad evolvere in peggio. Siamo in ginocchio anche sul versante operativo perché quasi duemila dei cinquemila operatori risultano assenti per malattia, quarantena o isolamento".

Coronavirus in Emilia Romagna - Altri 795 casi di positività al coronavirus in Emilia-Romagna, ma "per la prima volta - commenta il commissario per l'emergenza coronavirus dell'Emilia-Romagna, Sergio Venturi, durante il bollettino quotidiano su Facebook - cala il numero dei decessi", 77 quelli nuovi(contro la media oltre 90 dei giorni scorsi). In particolare, sono 12.383 i casi di positività al coronavirus, con 5.358 persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (301 in più rispetto a ieri); e un aumento di poche unità - come si sta verificando negli ultimi giorni - di quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 316, 8 in più rispetto a ieri. I decessi sono passati da 1.267 a 1.344: 77, quindi, quelli nuovi, di cui 44 uomini e 33 donne. Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 1.075 (115 in più rispetto a ieri), 833 delle quali riguardano persone "clinicamente guarite", divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione; 192 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi (+38 rispetto a ieri). Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 22 residenti nella provincia di Piacenza, 2 in quella di Parma, 12 in quella di Reggio Emilia, 12 in quella di Modena, 8 in quella di Bologna (di cui uno nel territorio imolese), 8 in quella di Ferrara, 6 in quella di Ravenna, uno in quella di Forlì-Cesena (uno nel territorio di Forlì), 6 in quella di Rimini.

Coronavirus in Toscana - Sono 252 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino diffusi dalla Regione, analizzati nei laboratori toscani e 21 i nuovi decessi. I dati comunicati oggi dall'Assessorato alla Protezione civile riportano tuttavia un incremento del numero dei positivi, legato a una ragione tecnica rilevata nella giornata di ieri. L'incremento odierno (cioè la differenza tra il dato comunicato ieri e il dato di oggi) è di 367 soggetti positivi. L'incremento reale è però di soli 252 soggetti positivi, spiega la Regione. La differenza di 115 casi (da spalmare su una settimana) è dovuta al recupero dell'attività dei laboratori di Lucca e Grosseto, che hanno attivato il collegamento con la piattaforma regionale solo ieri. Questo inconveniente ha determinato anche il mancato aggiornamento di ieri dei dati per provincia. Salgono così a 3.817 i contagiati dall'inizio dell'emergenza. Ventotto sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti "negativizzati"), 80 le guarigioni cliniche e 198 complessivamente i decessi. I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 3.511. Spetterà in ogni caso all'Istituto superiore di sanità attribuire le morti al coronavirus: nella quasi totalità dei casi, si tratta infatti di persone che avevano patologie concomitanti.

Coronavirus in Liguria -  Ad oggi sono 2419 le persone positive al coronavirus in Liguria, 90 in più rispetto a ieri. E' il numero contenuto nel bollettino quotidiano diffuso dalla task force di Regione Liguria sull'emergenza Covid-19. Dai dati relativi ai flussi tra Alisa, l'azienda sanitaria regionale, e il ministero dei positivi totali, 1198 sono gli ospedalizzati, di cui 167 in terapia intensiva.Al domicilio ci sono 886 persone (8 in più di ieri), mentre i clinicamente guariti (ma restano positivi e sono al domicilio) sono 335. I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 43, le persone decedute dall'inizio dell'emergenza sono 358 (27 più di ieri).

Coronavirus nel Lazio -  Sono 2.181 i casi positivi a Covid-19 nella regione Lazio. Di cui 1.063 in isolamento domiciliare, 985 ricoverati non in terapia intensiva, 133 in terapia intensiva. Sono invece 124 i pazienti deceduti e 200 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 2.505 casi. Questi i dati aggiornati nel bollettino della task force della Regione Lazio.

Coronavirus in Calabria - "In Calabria ad oggi sono stati effettuati 5968 tamponi. Le persone risultate positive al coronavirus sono 555 (+61 rispetto a ieri), quelle negative sono 5413". Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria. "Territorialmente - prosegue - i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 16 in reparto; 13 in rianimazione; 100 in isolamento domiciliare; 4 guariti; Cosenza: 40 in reparto; 2 in rianimazione; 99 in isolamento domiciliare; 10 deceduti; Reggio Calabria: 28 in reparto; 6 in rianimazione; 106 in isolamento domiciliare; 7 guariti; 8 deceduti; Vibo Valentia: 3 in reparto; 1 in rianimazione; 31 in isolamento domiciliare; 1 deceduto; Crotone: 20 in reparto; 58 in isolamento domiciliare; 2 deceduti". I "soggetti in quarantena volontaria - si legge ancora - sono 8104, così distribuiti: Cosenza: 2181, Crotone: 859, Catanzaro: 973, Vibo Valentia: 662, Reggio Calabria: 3429. Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 12.099. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro".

Coronavirus in Puglia - E' aumentato ancora il numero di test all'infezione da Covid-19 (coronavirus) effettuati oggi in Puglia: 1267 contro i 1042 di ieri. Ma continuando il confronto dei dati è diminuito il numero di positività, oggi sono 124 mentre ieri erano 152. Sono stati registrati 2 decessi contro i 4 di ieri e i 17 dell'altro ieri: uno in provincia di Lecce (98 anni) e uno in provincia di Foggia (74 anni). Il bollettino è stato reso noto dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sulla base delle informazioni fornite dal direttore del dipartimento della Salute Vito Montanaro. Dei casi positivi odierni, 25 si sono verificati in provincia di Bari; 4 nella provincia Bat; 23 nella provincia di Brindisi; 30 nella provincia di Foggia; 24 nella provincia di Lecce; 15 nella provincia di Taranto; zero fuori regione; 3 non attribuiti. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 11.500 test. Venticinque sono i pazienti che risultano guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.458, così divisi: 469 nella provincia di Bari; 96 nella provincia di Bat; 148 nella provincia di Brindisi; 355 nella provincia di Foggia; 239 nella provincia di Lecce; 93 nella provincia di Taranto; 17 attribuiti a residenti fuori regione; 41 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia. I decessi totali sono 71. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 

Coronavirus, nuova stretta sugli ingressi in Italia

E intanto entrano in vigore disposizioni stringenti per chi fa ingresso in Italia e scrupolose misure organizzative che devono adottare i vettori e gli armatori, al fine di contrastare il diffondersi del coronavirus. Lo stabilisce un'ordinanza firmata dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Nel dettaglio, chiunque arriva nel territorio nazionale tramite trasporto di linea  aereo, marittimo, ferroviario o terrestre è tenuto a consegnare una dichiarazione che specifichi i motivi del viaggio, l'indirizzo completo dell'abitazione o della dimora in Italia dove sarà svolto il periodo di sorveglianza sanitaria e l'isolamento fiduciario, il mezzo privato o proprio che verrà utilizzato per raggiungerla e un recapito telefonico. 

Coronavirus nel mondo: la mappa aggiornata

Hanno superato i 600mila i contagi da coronavirus in tutto il mondo, secondo l'ultimo bilancio - aggiornato sabato mattina, 28 marzo - della Johns Hopkins University. Per la precisione, i casi finora registrati sono 601.478. Secondo l'ultimo bilancio, i deceduti in tutto il mondo sono 27.862 e i guariti 131.826. Al primo posto come numero di contagi ci sono gli Stati Uniti, con 104.837 casi; al secondo l'Italia con 86.438 e al terzo la Cina con 81.948. Al quarto posto c'è la Spagna, con 65.719 contagi. Qui trovate la mappa aggiornata  in tempo reale e l'evoluzione dei contagi nel mondo.


 

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/attualita/coronavirus-bollettino-oggi-28-marzo-2020.html#_ga=2.227786205.117385623.1585293680-027f74b8-5834-4124-b875-b6f9d34abd7a

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/attualita/coronavirus-bollettino-oggi-28-marzo-2020.html#_ga=2.227786205.117385623.1585293680-027f74b8-5834-4124-b875-b6f9d34abd7a

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio non risponde, è a letto privo di sensi: giovane medico in fin di vita

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

  • Tragico gesto estremo: giovane uomo muore suicida a 38 anni

  • Scoppia la tv, la casa si riempie di fumo: donna muore tra le braccia della figlia

  • Positivo al coronavirus: altra classe in quarantena, tampone per tutti i compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento