Coronavirus, in Italia più morti che in Cina: 3405 vittime, 427 nelle ultime 24 ore

Particolarmente difficili i casi di Bergamo e Brescia, così come l'approvvigionamento di respiratori e mascherine. Scontata la proroga delle misure di contenimento così come lo slittamento della riapertura delle scuole.

Controlli della polizia sulle misure anti epidemia FOTO ANSA Marco Ottico

Coronavirus, i nuovi casi di contagio oggi 19 marzo 2020

Cresce ancora il numero degli italiani attualmente positivi al nuovo coronavirus, con un incremento rispetto a mercoledì di 4.480. Le persone attualmente positive in Italia sono 33.190. Di queste 14.935 sono in isolamento, 2.498 in terapia intensiva (+241), 15.757 ricoverati con sintomi. E sono 427 i morti nelle ultime 24 ore.

Il conto totale delle vittime è così purtroppo salito a 3.405 superando anche la Cina che secondo il report dell'Oms segnala 3.231 morti.

Sale anche il numero dei guariti che incrementa di 415 pazienti, portando il numero a 4.440.

Dai dati della protezione civile risulta inoltre come nelle ultime 24 ore siano stati eseguiti 17.236 tamponi. Il numero totale dei casi registrato in Italia dall'inizio dell'emergenza è salito così a 41.035.

coronavirus italia 19 marzo 2020-3

Ricordiamo che per le donazioni alla protezione civile è attivo il conto corrente IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387

Gli italiani che rientrano in Italia da altri Paesi verranno sottoposti ai controlli aeroportuali e sarà consentito ad una sola persona raggiungere lo scalo aereo, ferroviario o marittimo, per agevolare il rientro verso la residenza o il domicilio del connazionale. Lo spostamento in questione rientrerà tra le fattispecie di “stato di necessità” che dovrà essere autocertificato con il modulo di autocertificazione, compilato in tutte le sue parti indicando, in particolare, il tragitto percorso.

Coronavirus i casi in Italia per province (PDF)

coronavirus dati italia-2

La situazione degli ospedali, l'approvvigionamento di materiale sanitario e di protezione, ma anche la proroga e il possibile inasprimento delle misure per fronteggiare il coronavirus sono stati temi al centro della riunione di Governo.

Coronavirus, in Lombardia mancano respiratori e medici

Crescono i contagi in Lombardia: oltre 2mila in un solo giorno e a correre è soprattutto Milano dove le persone positive al coronavirus passano da 2644 di ieri a 3278 (+634). Un dato che "preoccupa" come confessa l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera che invita ancora una volta tutti i cittadini a restare a casa spiegando come in alcuni ospedali non vi siano più posti letto.

La provincia lombarda con più casi positivi al Coronavirus resta Bergamo che oggi arriva a 4.645 contagiati. A seguire c'è Brescia con 4.247 pazienti positivi. Nel Lodigiano, dove c'era la prima zona rossa, i casi complessivi sono 1.528, con 83 nuove positività rispetto a ieri.

Sabato prossimo arriveranno 53 medici e infermieri da Cuba in supporto al personale sanitario di Crema.

Resta particolarmente difficile l'approvvigionamento di farmaci, respiratori e mascherine. Scontata la proroga delle misure di contenimento così come lo slittamento della riapertura delle scuole.

Per la proroga sarà necessario un nuovo Dpcm, che potrebbe stabilire anche ulteriori limiti ad esempio alle attività commerciali e porre il divieto assoluto di attività fisica all'aperto, come ipotizzato dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/attualita/coronavirus-bollettino-19-marzo-2020.html#_ga=2.201960983.780283224.1584616410-1419418824.1533536379

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • "Gentile cliente, il punto vendita chiude": 50 dipendenti scaricati con un cartello

  • Altro caso Covid a scuola, il primo sul Garda: bimbi in quarantena nella Bassa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento