Martedì, 27 Luglio 2021
Coronavirus

Bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri: meno di due giorni alla verità

Conto alla rovescia per l’ufficialità: bar e ristoranti, parrucchieri ed estetisti si preparano ad aprire i battenti lunedì 18 maggio. Ma in Lombardia attenzione alla curva dei contagi

Questione di giorni, forse anche meno di 48 ore: sono questi i tempi tecnici previsti per sapere qualcosa di più sulle annunciate riaperture di bar, ristoranti, estetisti e parrucchieri. Forse il 18 maggio, anche in Lombardia. Difficile che ora si faccia un passo indietro. Ma intanto è atteso probabilmente per giovedì sera il nuovo Dpcm, Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, che entrerà nel merito della seconda parte della Fase 2, aspettando la Fase 3 (il 1 giugno, chissà).

Atteso a breve il nuovo Dpcm del Governo

E’ già da qualche giorno che il Governo ha dato ampia libertà alle Regioni sulla possibilità di riaprire, quando e come: il tutto dovrà essere fatto nel rispetto di precisi protocolli di sicurezza sanitaria, già concordati con l’Inail e che verranno probabilmente inseriti nel Dpcm. Nel frattempo, però, dalla Lombardia viene invocata un po’ di cautela.

Non va dimenticato che la nostra non è una regione come le altre: ad oggi si contano 30.675 casi attualmente positivi, più del doppio della seconda regione più colpita (il Piemonte, con 13.184) e quasi il 40% di tutti gli attualmente positivi d’Italia. Per non parlare dei nuovi casi: nelle ultime 24 ore più 604 in Lombardia, e 379 in tutto il resto del Paese. Circa il 40% dei nuovi casi di tutta Italia è concentrato in tre province: Brescia, Bergamo e Milano.

La curva dei contagi per decidere di riaprire

Per questo il presidente Attilio Fontana, al di là del Dpcm, ha annunciato un ulteriore scoglio da superare prima di dare davvero il tana libera tutti: sarà decisivo l’andamento del contagio, gli incrementi dei nuovi casi da qui ai prossimi giorni, passata la soglia del decimo giorno dal 4 maggio, il primo giorno della Fase 2. Dunque se il contagio scende, da lunedì 18 maggio potranno riaprire anche i bar e i ristoranti (che già hanno fatto una prova generale con i servizi di asporto e di consegna a domicilio) ma soprattutto parrucchieri ed estetisti. 

In caso contrario, con eventuali contagi in aumento, verrà tutto rimandato di una settimana. A breve saranno rese note anche tutte le regole da rispettare. Sperando che tutti le rispettino davvero, sia titolari e gestori che clienti: purtroppo non sempre è così, come testimoniato dai diversi casi di abusivismo anche in provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri: meno di due giorni alla verità

BresciaToday è in caricamento