Giovedì, 5 Agosto 2021
Coronavirus

Coronavirus, appello del sindaco agli imprenditori: "Chiudete le attività non necessarie"

La richiesta di Marco Togni, sindaco di Montichiari

Mentre un consigliere comunale trovava il tempo per bruciare la ‘vecchia’, nonostante l'emergenza Coronavirus, il primo cittadino di Montichiari diffondeva un accorato appello agli imprenditori della cittadina della Bassa: “Chiedo di chiudere tutto ciò che è possibile chiudere” . 

“Ieri 57 morti in Provincia di Brescia, altri 500 casi accertati in un solo giorno. Età media delle persone positive che si si abbassa sempre più. E' per questo che chiedo a tutti i titolari di attività produttive e di fabbriche del territorio comunale non impegnate nel settore agro-alimentare e in quelle attività oggi necessarie per la sicurezza di tutti noi, di sospendere l'attività produttiva.” Si legge nella nota del primo cittadino.

Non un’imposizione, il sindaco non ha il potere di emanare un’ordinanza per imporre la chiusura delle fabbriche, ma un accorato appello al senso civico degli imprenditori. “Una scelta di responsabilità per il bene comune e per la salute di tutti”, l’ha definita Marco Togni. 

“So quale è la vostra preoccupazione - scrive ancora il sindaco -. So che molte aziende dopo questa emergenza non riapriranno nemmeno più. So che le vostre aziende sono l'impegno, la passione, il sudore di tutta la vostra vita e so quanto può essere dura una decisione di questo tipo da parte vostra. Domani però ognuno di noi potrebbe contrarre il Covid-19 e non ci saranno più posti letto negli ospedali per curare. Chiedo ai dipendenti di essere altrettanto responsabili nei luoghi di lavoro e nella propria sfera privata che può ripercuotesi il giorno dopo sul luogo di lavoro.”

“Dobbiamo isolarci. È l'unico modo per combattere e distruggere questo nemico invisibile.” Queste parole le ultime parole nella lettera del primo cittadino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, appello del sindaco agli imprenditori: "Chiudete le attività non necessarie"

BresciaToday è in caricamento