Coronavirus, ancora 29 vittime bresciane. L'Istat conferma: morti quadruplicati

Da ormai quasi due mesi, la Lombardia fa i conti con un'emergenza sanitaria senza pari. Nella giornata di venerdì ancora 29 vittime in provincia

Cala il numero dei morti bresciani, nella giornata di venerdì. Certo, i lutti sono ancora tanti, troppi: ancora 29 vittime, 2.135 da inizio pandemia. I nuovi contagi sono invece 212: la nostra provincia sale a un totale di 11.567, la seconda in Lombardia dopo quella di Milano Città Metropolitana, che ne conta 15.277. Terza Bergamo con 10.590, ma lì la curva dei contagi sembra aver rallentato: 'solo' 72 nuovi casi nella giornata di ieri. Rispetto al numero complessivo di abitanti, Brescia è la seconda provincia più infettata: lo 0,91% dei cittadini ha contratto il Covid-19 (di poco sotto Bergamo: 0,95%). Intanto, anche l'Istat ieri ha confermato - come se ce ne fosse bisogno - l'ecatombe bresciana: nel mese di marzo i morti sono quadruplicati rispetto allo scorso anno: 3.854 rispetto alla media di 1.038 nel triennio precedente.

Coronavirus, aggiornamenti in diretta 18 aprile | Ultime notizie Milano e Lombardia: ancora troppi mortCoronavirus, contagi e morti in Lombardia

Da ormai quasi due mesi, la Lombardia fa i conti con un'emergenza sanitaria pari - per usare le parole dell'assessore al Welfare lombardo, Giulio Gallera - a una "bomba atomica". Venerdì 17 aprile, secondo l'ultimo aggiornamento ufficiale fornito dal Pirellone, in tutta la Regione si registrano altre 1041 persone positive - su 10.839 tamponi - e 243 nuovi decessi (in tutto sono 11.851). Il totale dei contagi sale invece a 64.135. 

Ancora in calo, di 61 unità, i ricoveri in terapia intensiva, che arrivano a 971: per la prima volta dall'inizio dell'emergenza sanitaria si è scesi sotto ai mille pazienti. In totale i positivi Covid che si trovano in ospedale sono 1627, mentre i dimessi 18mila. Coronavirus, aggiornamenti in diretta 18 aprile | Ultime notizie Milano e Lombardia: ancora troppi morti
 

Via libera ai cantieri per ripartire

Dal Pirellone stanno cercando di guardare avanti: il nuovo orizzonte è quello del 4 maggio, quando potrebbe essere avviata una lenta ripartenza. Le parole d'ordine sono riassunte da quelle "quattro D", che gli amministratori regionali hanno scelto come slogan: diagnosi, distanza, dispositivi e digitalizzazione. 

Venerdì, al termine degli "stati generali del patto per lo sviluppo" - un tavolo che si è svolto in streaming con esponenti di attività produttive, sindacati e università - se n'è aggiunta una quinta: Diritti.

L'obiettivo - ha spiegato la regione in una nota - è dare il "via libera ai cantieri, a partire da quelli pubblici. Al termine del confronto è emersa l'esigenza - in vista del ritorno alla cosiddetta 'nuova normalità' - della quinta D, quella dei Diritti, diritto alla sicurezza, al lavoro, alla mobilità e allo studio", conclude la nota. 

Marchio CE per il test di Pavia 

In tema di diagnosi, invece, il test sierologico messo a punto dal San Matteo di Pavia convince sempre più. L'esame - che verrà svolto attraverso un prelievo del sangue - servirà per fornire ai cittadini una sorta di patente di immunità. 

Nella giornata di venerdì lo stess test ha ricevuto la marcatura Ce: "È una grandissima soddisfazione - ha commentato il presidente della regione, Attilio Fontana -. La battaglia contro il Coronavirus è ancora lunga, ma grazie ai nostri ricercatori vinceremo noi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Potrebbe interessarti: https://www.milanotoday.it/attualita/coronavirus/aggiornamenti-18-aprile-notizie-morti-contagi.html
Potrebbe interessarti: https://www.milanotoday.it/attualita/coronavirus/aggiornamenti-18-aprile-notizie-morti-contagi.html

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento