menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Disinfestazione contro il Coronavirus (foto d'archivio)

Disinfestazione contro il Coronavirus (foto d'archivio)

Coronavirus, emergenza senza fine: sono già 45 i morti bresciani

Continua senza sosta l'epidemia di Coronavirus in Italia e in Lombardia: sono 4.189 i casi positivi lombardi, con 113 morti in un solo giorno

L'incubo Coronavirus sembra davvero non finire mai: mentre ancora si attende il picco, ieri è stata la giornata più nera dall'inizio dell'epidemia. In tutta Italia 133 morti, in un solo giorno, di questi ben 113 in Lombardia, che si conferma la regione più colpita: si aspetta ora che le misure restrittive straordinarie siano rispettate, e comincino a limitare i danni del Covid-19. Il virus che non accenna a rallentare il suo contagio, anche fatale: in provincia di Brescia la triste conta dei morti è salita a quota 45.

I dati in tutta la regione

Gli ultimi dati aggiornati a domenica 8 marzo confermano più di 500 casi di positività nel Bresciano. A livello regionale, sono 4.189 i positivi, 769 in più rispetto ai dati diffusi sabato, 1.577 in più rispetto a quelli di venerdì. Con i 113 decessi di confermati domenica il dato dei morti sale a quota 267: di questi l'87% ha più di 75 anni, l'11% ne ha tra 65 e 74, il 2% tra i 50 e i 64 anni.

Sul totale dei positivi sono 2.616 le persone attualmente ricoverate in ospedale, più del 60%: sono 399 i ricoverati in terapia intensiva, oltre il 15% del totale dei ricoverati e circa il 9,5% sul totale dei positivi. Anche su questi dati indaga la comunità scientifica: a livello mondiale meno del 35% dei positivi ha necessità di un ricovero in ospedale.

I dati provincia per provincia

I dati per provincia raccontano ancora una volta la progressione del numero dei contagiati: a Brescia sono 501, sabato erano 413. La notizia di queste ore è che per la prima volta dall'inizio dell'epidemia non è la provincia di Lodi la più colpita: è Bergamo che arriva a sfiorare il migliaio di casi (erano 761 sabato), superando così il Lodigiano (853 casi, erano 811 sabato) e davanti a Cremona (665 casi), Brescia e Milano (406 casi di cui 171 a Milano città).

I casi in Italia e nel mondo

Il dato italiano è di 7.375 casi, di cui quasi il 60% in Lombardia. Attualmente si sono registrati 366 decessi, con un tasso di mortalità pari al 4,9%: è ancora più alto in Lombardia, dove arriva a sfiorare il 6,3%. In tutto il mondo sono più di 110mila i casi confermati, con oltre 62mila già guariti (il 56,3%). E' ancora la Cina il Paese più colpito, ma è da giorni che il numero di nuovi casi registrati è addirittura inferiore a quello della provincia di Bergamo. Seguono Corea del Sud (7.382 casi di positività), Italia (7.375) e Iran (6.566). Sono 1.209 i positivi in Francia, 1.040 in Germania. A livello mondiale sono 3.825 i decessi, con un tasso di mortalità pari al 3,47%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento