Coronavirus, il post che fa discutere: "Nessun rischio, è una Commedia all'Italiana"

I post condivisi dalle pagine social 'Lake Garda' e 'Visit Lake Iseo' per rassicurare i turisti sono diventati virali suscitando infuocate polemiche

L'intento era quello (nobile) di rassicurare i turisti, soprattutto stranieri, cercando di fermare la scia di prenotazioni disdette e 'salvare' la stagione alle porte. Ma forse le parole usate per farlo non sono state le migliori.

Nel mirino di infuocate polemiche è finito il post -identico - pubblicato sulle pagine social di due importanti consorzi di promozione turistica del Sebino e del Benaco. Un'infografica, in inglese e in italiano, che recita:

"Nessun rischio in più rispetto ad altri paesi europei! Soltanto maggior prevenzione rispetto agli altri paesi europei! Molto più commedia all'italiana. L'informazione è la chiave".  

E proprio il paragone, forse azzardato, tra le pellicole del fortunatissimo filone cinematografico degli anni '50 e la situazione d'emergenza che si sta vivendo ora in Italia, soprattutto in Lombardia, ha fatto arrabbiare parecchie persone. Decine i commenti apparsi sotto i post  pubblicati dall'associazione di promozione turistica "Visit Lake Iseo" e dal consorzio 'gemello' del Benaco bresciano "Garda Lake".

In molti non hanno gradito la 'leggerezza' con cui i gestori delle pagine hanno trattato la questione e le misure adottate per contenere l'epidemia. Puntuali le risposte dei social media manager, che hanno precisato il loro intento: "sdrammatizzare l'ingiustificata psicosi collettiva".

"La dizione 'commedia all'italiana' è riferita alla cattiva informazione che è stata fatta verso i paesi esteri e non nei confronti delle azioni di compartimentazione e controllo dell'epidemia. Registriamo continue disdette di prenotazioni per un problema che non è unicamente italiano, ma viene percepito tale", hanno scritto i gestori della pagina "Visit Lake Iseo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giusto non allarmare, ma - per rimanere in tema di citazioni cinematografiche -  come diceva Nanni Moretti alla malcapitata giornalista nel film Palombella Rossa: "Le  parole sono importati". Più che mai in un periodo delicato come quello che il nostro Paese sta attraversando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento