Attualità Cologne

Cologne: revocata la cittadinanza a Benito Mussolini

La revoca è stata approvata all'unanimità durante l'ultimo consiglio comunale

Cologne non avrà più Benito Mussolini come cittadino onorario. Il titolo fu conferito il 22 maggio 1924, poco prima dell’assassinio di Giacomo Matteotti, che sancì l’antidemocraticità del fascismo e del suo leader. Durante l’ultimo consiglio comunale, è stata approvata all’unanimità la revoca della cittadinanza.

Un gesto di grande valore, storico, politico e non solo: “Tutta l’Amministrazione condivide – ha detto il primo cittadino Carlo Chiari – prende le distanze da qualsiasi tipo di dittatura, in questo caso stiamo parlando di Benito Mussolini, una pagina della nostra storia recente, definirei la più brutta del nostro Stato italiano. Abbiamo conosciuto questa dittatura sul suolo Italico, ne prendiamo le distanze come prendiamo le distanze da tutte le altre dittature".

"Come diceva l’Assessore Bonardi – hai poi aggiunto –, il nostro impegno per la legalità lo facciamo con gli atti non solo con le parole. La cittadinanza si concede proprio a chi dà lustro alle comunità e se questa persona si macchia di reati verso l’umanità, la cittadinanza onoraria deve essere obbligatorio revocarla”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cologne: revocata la cittadinanza a Benito Mussolini

BresciaToday è in caricamento