rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Attualità

Il cane sbrana le sue galline e lui gli spara, dovrà pagare 2mila euro di multa

L'uomo è stato punito per aver ucciso a fucilate uno Springer Spaniel che aveva appena azzannato una delle sue galline.

Una vicenda curiosa approdata in tribunale e arrivata addirittura in Cassazione. Protagonisti: una gallina e un cane, entrambi morti. Ad uccidere il volatile sarebbe stato il cane: uno Springer Spanien che, pare, era solito fare incetta di galline nel pollaio di un contadino bresciano. Proprio quest'ultimo "per un sentimento di pietà", così si sarebbe giustificato l'uomo, ha imbracciato il fucile e sparato al cane, beccato mentre stringeva tra i denti uno dei suoi volatili.

Una motivazione che però non aveva convinto i giudici, di primo e secondo grado, che avevano condannato l'allevatore 67enne. Una sentenza non gradita dal contadino che, scrive il Bresciaoggi, è addirittura ricorso in Cassazione per provare la sua 'innocenza'.  L'uomo avrebbe spiegato che anche le galline ovaiole sono animali con "atteggiamenti socialmente apprezzabili", ribadendo che aveva sparato 'per pietà' visto 'il contatto giornaliero' che lui aveva con i volatili.

Anche stavolta gli è andata male: i giudici non gli hanno creduto, ritenendo che più che un atto di pietà si fosse trattato di una 'ritorsione dell'imputato dovuta alla rabbia per le pregresse uccisioni di galline ovaiole'. Il ricorso è stato quindi dichiarato inammissibile e l'allevatore dovrà pagare una multa di duemila euro. La vicenda non è ancora finita e il 67enne dovrà sborsare altri soldi: in sede civile verrà calcolato Il risarcimento del danno per la morte del cane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cane sbrana le sue galline e lui gli spara, dovrà pagare 2mila euro di multa

BresciaToday è in caricamento