Sindaco nel mirino degli hacker: su Google il nome diventa "Thomas Turbato"

È successo al primo cittadino di Calcinato Nicoletta Maestri: con un chiaro gioco di parole a sfondo sessuale la sua identità è stata trasformata in "Thomas Turbato"

Uno scherzo di cattivo gusto o forse una sfida tra hacker. Di certo un episodio spiacevole che ha interssato la prima cittadina Nicoletta Maestri: digitando "sindaco di Calcinato" su Google, giovedì mattina compariva una pagina fake di Wikipedia, con un chiaro gioco a sfondo sessuale. Al posto di Nicoletta Maestri appariva infatti la scritta "Thomas Turbato". 

E la violazione del più famoso motore di ricerca non è passata inosservata: una segnalazione è stata tempestivamente inviata ai carabinieri della stazione del paese, che stanno cercando di risalire all'autore del sabotaggio punibile dal punto di vista penale. Mentre gli screenshot della pagina fake, corredata pure di dettagliata e fantasiosa biografia, diventavano virali sui social, qualcuno ha provveduto a farla sparire dalla rete.

Ma scovare l'hacker non sarà semplicissimo: difficile violare il motore di ricerca più grande al mondo senza lasciare traccia. E nel Bresciano non è la prima volta che accade: nel mirino degli hacker, in passato, erano finiti il Comune di Paspardo e quello di Castrezzato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

Torna su
BresciaToday è in caricamento