rotate-mobile
Attualità San Bartolomeo / Via delle Scuole

L'allarme dei Vigili del Fuoco: "Carenza d'organico, sicurezza a rischio"

Con i nuovi tagli, il comando provinciale può contare su 26 vigili in meno. Prende piede l'ipotesi di uno sciopero

Una carenza di personale sempre più evidente, un problema che dura da anni e che ora rischia di minare la sicurezza dei cittadini, qualora dovessero verificarsi più eventi calamitosi in contemporanea.  

Il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Brescia, da lunedì può contare su 26 pompieri in meno e solo 4 di quelli che hanno lasciato la sede di via Scuole, per essere trasferiti altrove, saranno sostituiti. Si tratta di spostamenti che rientrano nella normale mobilità interna del personale, ma il problema è il forte squilibrio tra le partenze e gli arrivi.

Una vera e propria emergenza, che si somma alla carenza cronica di capisquadra e di capireparto. Secondo quanto sancito dal decreto ministeriale a Brescia dovrebbero esserci 80 capisquadra e 26 capireparto, ma in servizio ce ne sono 30 e 13. Numeri alla mano, significa che mancano ben 50 capisquadra e 13 capireparto.  

ll grave problema di organico è stato sottoposto al prefetto e al Ministero dell’Interno dal comandante provinciale Agatino Carrolo e dai sindacati che, considerato il persistere dell'emergenza, hanno preso in considerazione l'ipotesi di uno sciopero: un corteo in marcia tra le via della città, dal comando di via Scuole fino alla prefettura. Un'idea che prende sempre più piede e potrebbe concretizzarsi a breve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme dei Vigili del Fuoco: "Carenza d'organico, sicurezza a rischio"

BresciaToday è in caricamento