Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

La quiete dopo la tempesta: 70 sfollati, danni per 3 milioni di euro

Il bilancio del disastro scatenato dalla supercella di lunedì sera: sono ancora 70 le persone sfollate, la conta dei danni supera i 3 milioni

Sono bastati meno di 20 minuti per scatenare l’inferno. Tanto è bastato alla supercella di lunedì sera per provocare danni per almeno 3 milioni di euro, e solo a Brescia. E il bilancio potrebbe ancora essere provvisorio. A questi si aggiungono gli alberi caduti o danneggiati, che dovranno essere rimossi: sono circa 300.

La tempesta e la paura

E poi gli sfollati, a decine: in Via Cremona, a San Polo e Sanpolino. Le operazioni di ripristino e messa in sicurezza proseguono ancora. Un sospiro di sollievo, martedì sera, per la tempesta sfiorata che già nel pomeriggio era stata data per probabile dalla Protezione Civile. Non è arrivata nel Bresciano.

Dicevamo dei 3 milioni di euro di danni: vanno ad aggiungersi agli altri 2 milioni conseguenti alla tempesta della settimana scorsa. Un agosto senza tregua, almeno poter ora. E’ stata ripristinata la corrente elettrica nella zona di Fornaci dove era stata interrotta per la caduta di un albero su un cavo dell’alta tensione.

Più di 70 persone senza casa

Sono ancora senza casa, invece, le oltre 70 persone sfollate a seguito della furia del maltempo. In buona parte in Via Cremona, dove una palazzina è stata scoperchiata e danneggiata, e dunque dichiarata inagibile. In tutto si contano 16 famiglie, e circa 50 persone. Nello stesso palazzo sono stati chiusi quattro negozi.

Poi a San Polo, altre tre famiglie in due civici di Via Raffaello. E ancora altre tre famiglie in Via Malga Bala a Sanpolino. Un po’ alla volta, il rientro alla normalità. Entro il fine settimane dovrebbero riaprire tutti i parchi cittadini, chiusi per motivi precauzionali. Il primo sarà quello del castello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La quiete dopo la tempesta: 70 sfollati, danni per 3 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento