rotate-mobile
Attualità

Brescia: i volontari di Scientology ancora al parco Camillo Tarello

Ancora al Parco Camillo Tarello con i Ministri Volontari di Scientology

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

I volontari di Scientology intervengono ancora per raccogliere altri rifiuti abbandonati nel parco. Una nutrita squadra di Ministri Volontari di Scientology è intervenuta ancora al parco Camillo Tarello che fiancheggia il cavalcavia Kennedy. L'iniziativa è stata ripetuta perchè il parco nascondeva purtroppo altri oggetti abbandonati. Con le giacche gialle che contraddistinguono i volontari di Scientology, forniti di sacchi, guanti e pinze, hanno liberato il parco da oggetti abbandonati come pezzi di plastica, cartacce, confezioni, bottiglie, tappi, lattine. I volontari hanno perlustrato le aree della parte Est e Nord del parco individuando molte lattine e bottiglie lasciate sotto le siepi.

La squadra, operando unita, è riuscita quindi a raccogliere parecchi rifiuti. Sono stati così riempiti 10 sacchi di plastica che sono stati consegnati ad un addetto intervenuto appositamente. Ispirandosi al motto: "Qualcosa si può fare a riguardo", i Ministri Volontari di Scientology intervengono presso alcuni parchi cittadini per riportarli sempre più al loro stato naturale trasmettendo al contempo un messaggio di cura verso l'ambiente e di diffusa responsabilità individuale. Un maggiore senso civico e uno spirito di collaborazione dei singoli cittadini, verso le diverse amministrazioni cittadine, consentirebbe il raggiungimento di una migliore efficienza dei servizi già presenti. I passanti presenti al parco hanno chiesto informazione ai volontari ringraziandoli per l'opera svolta e per l'esempio positivo che stavano offrendo. Molti di loro si sono complimentati per l'aiuto prestato al parco stesso. I Ministri Volontari di Scientology ritorneranno sabato prossimo, su un altro parco cittadino, per continuare l'attività. Chi sono i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology Che prestino servizio presso le proprie comunità o che si trovino all’altro capo del mondo, il motto dei Ministri Volontari di Scientology è “Qualcosa si può fare”.

Questo programma, creato a metà degli anni Settanta da L. Ron Hubbard e patrocinato dalla Church of Scientology International come servizio religioso sociale, oggi costituisce una delle più ampie e visibili forze di soccorso indipendenti a livello internazionale. Un Ministro Volontario è una persona che “aiuta il suo prossimo come opera di volontariato, ripristinando lo scopo, la verità e i valori spirituali nella vita degli altri”. Centinaia di migliaia di persone, al di là del loro credo, sono state addestrate, di persona oppure online, su un’ampia serie di tecniche basate sui fondamenti di Scientology per alleviare le sofferenze fisiche, mentali e spirituali e migliorare ogni aspetto della vita: comunicazione, studio, matrimonio, modo di allevare i figli, affrontare lo stress, avere successo nel lavoro, raggiungere le proprie mete e molto altro ancora. Inoltre, una rete globale di volontari forma la Squadra Permanente di Ministri Volontari per Intervento in Caso di Calamità, che si mobilita in caso di calamità causate dall’uomo o naturali, rispondendo all’appello ovunque sia necessario. Collaborando con circa 1.000 organizzazioni ed enti, tale squadra ha utilizzato le proprie abilità ed esperienza per fornire supporto fisico e aiuto spirituale in centinaia di luoghi colpiti da calamità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: i volontari di Scientology ancora al parco Camillo Tarello

BresciaToday è in caricamento