menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le bariste del Corner Magenta di Piazza Arnaldo

Le bariste del Corner Magenta di Piazza Arnaldo

Piazza Arnaldo chiusa alle auto, commercianti sul piede di guerra

A tre mesi dall'entrata in vigore dell'ordinanza comunale, non sembrano scemare le polemiche sulla pedonalizzazione della piazza della movida cittadina

Proteste e malumori escono dalla piazza ed entrano a palazzo Loggia. Della pedonalizzazione della zona della movida cittadina, se n'è parlato (e tanto) anche durante l'ultimo consiglio comunale.

La discussione in Loggia

A scagliarsi contro l'ordinanza temporanea, entrata in vigore lo scorso 24 giugno, sono stati i consiglieri di Forza Italia e Fratelli d'Italia, che hanno definito il provvedimento 'lesivo e discriminatorio' per i commercianti e i redenti della zona.

Un pensiero molto diffuso anche tra chi abita e lavora all'ombra della statua di Arnaldo da Brescia. Al momento si tratta di un esperimento, fino a dicembre, come ha ricordato l'assessore comunale alla Mobilità Federico Manzoni, poi si vedrà.

'La piazza è un caos'

Ad ascoltare la voce dei residenti e dei commercianti la sperimentazione è però da bocciare. "Da quando non passano le auto, questa piazza è un caos: era meglio prima" è il pensiero della barista del Corner Magenta. Può sembrare un controsenso, ma non lo è. Smartphone alla mano, mostra le foto scattate poche ore prima: una fila interminabile di auto dietro a un furgone fermo all'angolo tra piazza Arnaldo e Corso Magenta per poter scaricare la merce. 

La stessa identica storia, ogni mattina, a sentire la barista: corso Magenta bloccata, bus e auto incolonnati dietro a camion e furgoni in sosta per poter depositare la merce nei negozi e nei ristoranti della zona.

Clienti in calo

Non solo, per molti esercenti sarebbero diminuiti, e parecchio, gli introiti. "Le attività diurne stanno morendo - spiega preoccupato Luca, titolare del negozio Wind - . Non tengo conto dei mesi estivi, perché si sa che la clientela cala, ma solo nel mese di settembre ho stimato una perdita del 40% delle presenze nel mio negozio."

Movida fuori controllo

Non è tutto: oltre a lavorarci, in piazza Arnaldo Luca ci vive: "La movida è fuori controllo. Ci sono dei locali che non rispettano le regole e tengono la musica ad alto volume fino alle tre del mattino: dal mercoledì, alla domenica. Per non parlare di cosa si trova al mattino: non so quante volte ho dovuto ripulire la vetrina della mia attività dal vomito".

Non è così per tutti, ovviamente. Per i bar e i locali che lavorano soprattutto nelle ore serali la pedonalizzazione non ha avuto conseguenze così 'drammatiche', come pure per la piadineria Massa: "Per noi non è cambiato nulla", spiega Loris, il titolare dell'attività: "Di giorno i nostri clienti sono soprattutto gli studenti delle vicine scuole superiori e la sera l'affluenza è rimasta invariata." 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento