Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità San Polo / Via Borgosatollo

Elefanti, giraffe e persino un leone bianco tra asfalto e gabbie: infuria la polemica

A scatenare le proteste di animalisti e cittadini la presenza di leoni, elefanti e giraffe sull'asfalto del piazzale dov'è allestito il circo 'Madagascar'

È approdato in città da pochi giorni e fa già parlare, e parecchio, di sé. Prima ancora che andasse in scena, lo spettacolo "Madagascar" della compagnia Maya Orfei ha attirato l'attenzione e scatenato polemiche a non finire. 

Struzzi, elefante, giraffa e leone

Impossibile non notare il viavai di animali, il cui habitat naturale è la savana, sul cemento dove fino a poco tempo fa imperversano le auto incolonnate per i tamponi drive-in. Nel piazzale di via Borgosatollo, a Brescia, da giovedì scorso sono sbarcati 100 animali: tigri, zebre, lama, cammelli, ma pure un grosso elefante, una giraffa e perfino 'Symba', il re per antonomasia del magnifico bioma subtropicale: si tratta di un grosso leone bianco che, stando ai volantini pubblicitari della compagnia circense, sarebbe "l'unico esemplare in Italia".

Smartphone alla mano e bambini in braccio, in molti si sono assiepati davanti alla recinzione del piazzale dell'area feste per immortalare la giraffa che brucava le foglie di una pianta o il lento incedere del grosso l'elefante, a due passi dal casello dell'autostrada A4. Ma sui social è già polemica, e pure rovente, ed è scattata una campagna per 'boicottare' lo spettacolo che, oltre all'esibizione degli animali, prevede anche i numeri di acrobati, clown, giocolieri ed equilibristi. 

"Non andateci con i bambini: imparano la sopraffazione"

"Non vorrei Brescia complice con chi detiene imprigionati in cattività animali e che li fa lavorare come se lo avessero scelto loro. Non andateci e soprattutto con i bambini che imparano la sopraffazione, a cui segue la prigionia e la violenza nei confronti di esseri innocenti", si legge sulla pagina Facebook Brescia che non Vorrei.  Un post da cui è nato un vivace dibattito, ma che non ha evidentemente sortito l'effetto desiderato: al debutto, lo scorso venerdì sera, lo spettacolo ha registrato il tutto esaurito e in tutto il weekend non ha avuto certo problemi di pubblico.

Non sono mancate le segnalazioni alle autorità per chiedere 'controlli' sul rispetto delle norme in vigore e l'appello al Comune di Brescia affinché proibisca gli spettacoli con animali. Su questo punto occorre una precisazione: anche in Italia questo tipo di show circensi potrebbe presto essere bandito, come accade già in molti paesi esteri. La legge è già stata approvata, a luglio scorso, ma perché entri in vigore è necessario che il nuovo governo lavori sui decreti attuativi. Nel frattempo, elefanti, leoni, giraffe e zebre continuano a sfilare sul cemento - con buona pace degli animalisti - suscitando meraviglia e stupore negli occhi di centinai di bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elefanti, giraffe e persino un leone bianco tra asfalto e gabbie: infuria la polemica
BresciaToday è in caricamento