rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Continuano le tensioni a Canton Mombello; stanchezza e preoccupazione da parte del personale.

Continuano i disordini e le tensioni nel carcere di Brescia. Dopo gli episodi dei giorni scorsi, mercoledì 14 aprile un detenuto ha perso il controllo e ha messo a soqquadro la cella. A darne la notizia è Calogero Lo Presti, il coordinatore regionale di FP CGIL Polizia Penitenziaria.

L'uomo ha rotto un tavolo, alcune sedie, il televisore, la branda, e qualunque altro oggetto gli capitasse a tiro, rendendosi anche protagonista di atti di autolesionismo con l'ingestione di alcune batterie. Il tutto mentre un altro carcerato tentava di impiccarsi legando un lenzuolo alla sbarre: immediato l’intervento dei poliziotti che hanno evitato il suicidio. Ad agitare ulteriormente le acque ci hanno pensato gli altri detenuti che sbattevano suppellettili e pentolame contro le inferriate delle finestre.

Il carcere è diventato invivibile. Il personale è ormai stanco e demotivato e l’amministrazione penitenziaria non ha ancora adottato alcun provvedimento. Disordini, atti di autolesionismo, tentativi di impiccagione oramai sono all’ordine del giorno. Canton Mombello è una polveriera pronta ad esplodere da un momento all'altro, non solo per il sovraffollamento, ma anche per la presenza di molti soggetti mentalmente instabili che non rispettano le regole e creano ogni giorno numerosi problemi di ordine e sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

BresciaToday è in caricamento