rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Borgosatollo

In paese un ripetitore 5G alto 30 metri: è polemica per la nuova maxi-antenna

Polemiche a tutta velocità per l'installazione di una nuova antenna da 30 metri

Polemiche a 5G in quel di Borgosatollo: è qui che da poche settimane è stata installata la nuova antenna (alta quasi 30 metri) della Wind Tre, che funzionerà da stazione radio e ripetitore per la diffusione della nuova rete 5G, ultimo prodigio tecnologico che permette un'accelerazione della trasmissione dati fino a 10 volte superiore rispetto alla rete 4G (e su cui, per la cronaca, si è scatenata una guerra digitale a livello globale, anche in contrapposizione tra i blocchi: Stati Uniti, Europa e Cina).

Intanto in paese la polemica corre veloce. L'antenna si trova in un terreno privato di Via Roma, non troppo lontano dalle abitazioni: per questo nei mesi aveva preso forma anche un comitato di cittadini, e pure l'amministrazione comunale aveva cercato di convincere l'azienda a posizionare il ripetitore in un'altra zona del paese.

Il commento dal municipio

“Abbiamo indicato a Wind Tre – ha dichiarato a Bresciaoggi l'assessore Marco Frusca – che in zona sono già presenti antenne e ripetitori, proponendo la collocazione in zona industriale, più lontana dalle case e dalla strada. Ma è stato tutto inutile: purtroppo in questi casi il Comune non ha alcun potere autorizzativo, perché la legge ha equiparato gli impianti di telecomunicazione alle opere di urbanizzazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In paese un ripetitore 5G alto 30 metri: è polemica per la nuova maxi-antenna

BresciaToday è in caricamento