Attualità

Uniti nella vita, e oltre: muore a due settimane dalla scomparsa del marito

Si è spenta a 78 anni Annamaria Vanni, vedova Mattinzoli: il marito Carlo era morto alla vigilia di Natale. Venerdì pomeriggio i funerali a Sirmione

Foto di repertorio

Lontani e separati hanno resistito poco, meno di un paio di settimane: troppo forte era il legame che li ha tenuti insieme per una vita intera. Se n'è andato lui, prima della fine dell'anno, ora è toccato anche a lei: Annamaria Vanni, vedova Mattinzoli, si è spenta a Sirmione a 78 anni. La piangono i figli Alessandro e Roberto, i nipoti Gianmarco, Melanie, Sofia, Niccolò, Cloe e Jeremi, le sorelle Mirella e Luciana.

La salma riposa nella casa del commiato Brighenti di Via Todeschino: i funerali saranno celebrati venerdì pomeriggio alle 15, nella chiesa parrocchiale di San Francesco. “Non fiori ma opere di beneficenza per la ricerca medica”, fanno sapere i familiari. Che ringraziano anche “tutti i medici e gli infermieri che l'hanno assistita con cura e amorevolezza”.

Uniti per la vita, e oltre: Annamaria Vanni non è riuscita a sopportare e a superare la perdita dell'amato marito Carlo Mattinzoli. E' morto alla vigilia di Natale, aveva 80 anni. Insieme hanno gestito per quasi mezzo secolo la storica macelleria di Via Piena, nel cuore del centro storico. Erano i testimoni di un altro tempo, di un'altra Sirmione.

Una famiglia molto conosciuta, su tutto il lago di Garda (e oltre): il figlio Roberto è il titolare dell'Osteria La Torre di San Martino della Battaglia, il figlio Alessandro è stato sindaco a Sirmione, per due mandati, e ora è assessore regionale allo Sviluppo economico. Tutta la comunità si stringe al cordoglio della famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uniti nella vita, e oltre: muore a due settimane dalla scomparsa del marito

BresciaToday è in caricamento