rotate-mobile

Alluvione in Emilia Romagna, 9 morti e più di 20mila sfollati

Dramma senza fine: anche i Vigili del Fuoco bresciani in Emilia Romagna

Continua il dramma dell'Emilia Romagna. Nella notte tra mercoledì e giovedì nuovi allagamenti in particolare nella zona di Ravenna: la frattura fra Reda e Fossolo ha sovraccaricato il Canale emiliano-romagnolo e tutta la rete secondaria dei canali consortili. L'acqua ha invaso parti significative delle campagne circostanti: si segnalano allagamenti a Russi, Godo, San Pancrazio e Villanova di Ravenna. Evacuazioni in corso anche a Castel Bolognese.

L'alluvione in Emilia Romagna

In questi giorni di emergenza si contano già 9 vittime e migliaia di sfollati (più di 20mila gli evacuati secondo la Prefettura): i morti accertati sono in provincia di Forlì-Cesena, di Bologna e di Ravenna. Ma ci sono ancora alcune persone disperse. A seguito dell'evento meteorologico tra il 16 e il 17 maggio - è caduta tanta pioggia come non era mai successo in due secoli - sono esondati 21 fiumi in 35 città tra la Romagna e il Bolognese: 48 i paesi che presentano frane e rischi importanti tra Reggio Emilia e Rimini.

Alluvione in Emilia Romagna: segui la diretta

Sui luoghi del disastro e della tragedia sono stati mobilitati anche i Vigili del Fuoco del comando provincia di Brescia: i pompieri bresciani, con uomini e mezzi, già tra il 16 e il 17 maggio hanno raggiunto le zone più colpite dal maltempo, nei territori di Forlì e Faenza. Nei giorni del dramma, c'è chi si insegue e parla di prevenzione, di errori urbanistici, di investimenti fatti e ancora da fare: non è solo una catastrofe naturale, ma una catastrofe sociale.

Si parla di

Video popolari

Alluvione in Emilia Romagna, 9 morti e più di 20mila sfollati

BresciaToday è in caricamento