Aiop Lombardia:“Ospedali privati impegnati per la lotta al Covid”

L'associazione ospedalità privata lombarda in prima linea nella campagna vaccinale regionale "E' una nuova sfida"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

“Come già nel 2020, nelle varie fasi dell’emergenza pandemica, anche nel 2021 gli ospedali privati in Lombardia hanno fornito incondizionatamente il proprio supporto per curare i malati Covid, sia nell’ambito della degenza ordinaria che della terapia intensiva”.

È quanto afferma in una nota l’associazione ospedalità privata (Aiop) della Lombardia che prosegue: “Oggi la nuova sfida è rappresentata dalla campagna vaccinale e gli ospedali privati hanno da tempo risposto ‘presente!’ mediante una generosa messa a disposizione di spazi, personale, competenze nell’ambito del piano vaccinale regionale disegnato dall’assessore regionale Moratti e dal commissario Bertolaso. La compartecipazione alla lotta al Covid – prosegue Aiop Lombardia – dimostra ancora una volta la virtuosa complementarietà del sistema di erogazione pubblico privata in Lombardia, tratto distintivo e qualificante della nostra regione. Attraverso l’impegno tra gli altri, di Fondazione Mondino, Gruppo San Donato, Habilita, Humanitas, Mantova Salus, il sistema dell’ospedalità privata contribuisce in modo determinante a superare le 70 mila dosi di vaccinazioni al giorno, puntando a raggiungere le 100 mila dosi entro una manciata di giorni. Un motivo di soddisfazione sia per i tanti lavoratori del comparto della sanità di diritto privato sia per i vertici degli ospedali privati, cui va il sentito ringraziamento di Aiop per aver accolto senza alcuna riserva, da subito, l’appello di Regione Lombardia”.

Torna su
BresciaToday è in caricamento