rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

Primo raduno nazionale del 26° Corso ACS Contraerei Sabaudia

Mezzo secolo di amicizia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Primo raduno nazionale del 26° Corso Acs Artiglieria Contraerei a Sabaudia Sabaudia una terra che la natura ha posto tra il lungo litorale marino e l’imponente Monte Circeo. Una terra che il cantore Omero ha voluto privilegiare raccontando la scintilla amorosa scoccata tra l’eroe di Itaca Ulisse e la bella maga Circe. In questo squarcio d’Italia circondato dall’azzurro del cielo e del mare si sono ritrovati a cinquantadue anni di distanza gli Allievi Comandanti di Squadra del 26° Corso ACS nella caserma intitolata a Santa Barbara nella quale si preparavano, e lo sono tuttora, gli Artiglieri Contraerei. Da ogni parte del nostro territorio, compreso le spagnole isole Canarie, gli ACS hanno voluto rincontrarsi per suggellare una stima e amicizia nata durante i sei mesi di preparazione al “baffo” di sergente.

La reunion organizzata dall’ex Allievo Salvatore Battaglia, è stata premiata da una numerosa partecipazione guidata dal generale Pietro Magro al tempo vicecomandante della Terza Batteria. L’Ufficio Comando della Scuola ha consentito agli Allievi e ai loro familiari di ritrovarsi al centro del piazzale che ricorda la Battaglia del Solstizio, di ricordare il Comandante della Terza Batteria Gianfranco Trozzi scomparso da qualche mese e gli undici artiglieri che in mezzo secolo sono venuti a mancare. Sulla corona d’alloro deposta alla base della bandiera da Filippo Padella sono stati impressi i nomi di Gianfranco Trozzi, Franco Bonvino, Giuseppe Cianciulli, Angelo Coatti, Giorgio Filera, Ugo Gioviale, Giuseppe Intieri, Luigi Lupica, Roberto Padella, Lucio Pillepich, Giampaolo Ruscio, Alberto Solenghi. Le note del Silenzio fuori Ordinanza intonate dal trombettiere, sono riecheggiate nel piazzale sostenendo le lacrime sul volto dei presenti.

Le porte dell’ufficio riservato al Generale Fabrizio Argiolas, Comandante della scuola dove ha sede anche il 17° Reggimento la Sforzesca, si sono aperte per rendere gli onori alla Bandiera in un magico silenzio. In aula magna sono state illustrate le attività della Forza Contraerei sul territorio nazionale ed estero. Una foto ricordo ha immortalato l’avvenimento. La locandina della giornata ha spostato il gruppo in un hotel dove si è celebrato il momento conviviale. La prima riunione nazionale del 26° Corso ACS della Scuola Artiglieria Contraerei ha riconfermato il valore del gruppo, la stima reciproca con gli ufficiali e sottufficiali che hanno portato con serietà e umanità gli Allievi a diventare soldati e uomini pronti alle responsabilità della vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo raduno nazionale del 26° Corso ACS Contraerei Sabaudia

BresciaToday è in caricamento