rotate-mobile
Animali Sirmione

Ritrovamento shock in paese: un cigno decapitato steso nell'erba

Allarme in paese (e sui social)

Ritrovamento shock solo pochi giorni fa in zona Punta Grò a Sirmione: steso nell'erba giaceva infatti un cigno decapitato. La circostanza è stata subito segnalata alla Polizia locale, e contestualmente anche sui social, scatenando le illazioni più varie: tra queste, inevitabile, anche l'ipotesi di un qualche scalmanato che abbia torturato l'animale per diletto. 

Il parere degli esperti

La cosa viene esclusa categoricamente dagli esperti: il Wwf Bergamo-Brescia, intervenuto nel merito, sottolinea invece che il povero cigno sarebbe stato probabilmente aggredito (e in parte sbranato) da una faina, feroce carnivoro che curiosamente è solito cibarsi solo della testa del maestoso volatile, lasciando il corpo smembrato. 

Non si esclude nemmeno l'assalto di una volpe, che però solitamente tende a mangiare l'animale per intero, a volte anche nascondendolo sotto terra (un po' come fanno i cani con gli ossi). 

Allerta per l'aviaria

Al di là di fantasiose elucubrazioni, si segnala infine l'intervento dei veterinari dell'Ats, allertati proprio dal Wwf: hanno recuperato la carcassa per farla analizzare, non per risalire alle cause della morte (alquanto evidenti) ma piuttosto per verificare un'eventuale infezione da aviaria, il virus H5 che colpisce i volatili che anche quest'anno è già arrivato in provincia, colpendo un allevamento di tacchini di San Gervasio Bresciano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovamento shock in paese: un cigno decapitato steso nell'erba

BresciaToday è in caricamento