rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Famiglia sfrattata, entrano nella loro casa: è invasa da 60 gatti

Una scena incredibile agli occhi dei volontari intervenuti

Erano tanti, tantissimi: a quanto pare più di sessanta. Sono i gatti che vivevano stipati in un appartamento di Nuvolento e che sono stati liberati dai volontari dell'Enpa di Brescia, l'Ente nazionale per la protezione degli animali: purtroppo alcuni esemplari (per fortuna pochi) non sono sopravvissuti, ma gli altri sono già stati trasferiti al sicuro dove verranno visitati e sterilizzati. 

Gli animali avrebbero vissuto tra di loro continuando a riprodursi, nell'abitazione dove viveva una famiglia su cui non si sa molto, se non che era appena stata allontanata dallo stabile: sono stati i proprietari dell'immobile, arrivati dopo lo sfratto, ad accorgersi dell'incredibile situazione e ad avvisare immediatamente le associazioni animaliste.

Più di 60 gatti chiusi in un appartamento

“Già da subito la situazione è risultata drammatica e oltre ogni immaginazione – fa sapere l'Enpa Brescia – ma man mano ci facevamo spazio ci rendevamo conto di essere di fronte a un recupero senza precedenti. Abbiamo contato più di 60 gatti, la maggior parte dei quali Fiv positivi (il virus dell'immunodeficienza felina, che ha comportamento analogo al virus Hiv dell'uomo, ndr), in condizioni igieniche precarie, fortemente disidratati e denutriti. Il tempestivo intervento coordinato con le forze dell'ordine, e l'incredibile collaborazione tra associazione, hanno permesso la messa in sicurezza degli animali in tempi da record”. 

Smentita l'ipotesi di gatti rubati o scomparsi

Serviranno però migliaia di euro per rifocillare e curare i gattini: per questo Enpa ha lanciato anche una raccolta fondi. Smentita la circostanza che in quella casa ci potessero essere dei gatti rubati o scomparsi: “In riferimento alle numerose richieste – scrive ancora Enpa – informiamo che i gatti sono frutto di mancata sterilizzazione all'interno di un appartamento che nel corso degli anni ha portato alla drammatica situazione che stiamo cercando di arginare. Ci spiace togliere la speranza ai numerosi proprietari che hanno smarrito il proprio animale, ma le informazioni raccolte sul posto dalle autorità lasciano la certezza che si tratti di un accumulo compulsivo dovuto alla riproduzione non controllata tra consanguinei”.

"I mici sono denutriti e spaventati"

La stragrande maggioranza degli animali è sopravvissuta, ma non è finita. “I mici recuperati – dicono da Enpa Brescia – sono tutti molto denutriti, oltre che molto spaventati. A questo si aggiunge il fatto che quasi tutti sono Fiv positivi, quindi con le difese immunitarie molto basse. La strada per riacquistare forze e fiducia sarà lunga, ma un ambiente tranquillo e pulito gli sta già dando un po' di coraggio. Grazie a tutti quelli che stanno donando per aiutarli e aiutarci: le operazioni di recupero sono ancora lunghe, ma sentiamo di avere il vostro sostegno”.

Si parla di

Video popolari

Famiglia sfrattata, entrano nella loro casa: è invasa da 60 gatti

BresciaToday è in caricamento