Trofeo Città di Salò: risultati e commenti

Poker di gol del Brescia nei due incontri disputati, a secco Feralpi e Lumezzane

FERALPI SALO’ – LUMEZZANE: 0-0 (4-3 dcr)

Primo match della serata tra le due squadre che si sono tanto aspettate ma solo sfiorate nei gironi di Lega Pro 1. Il Lumezzane schiera molti giovanissimi e molti nuovi arrivati, con Mirco Gasparetto a fare da boa in attacco, la Feralpi Salò si affida all’esperienza di Muwana, Leonarduzzi e del trio di 30enni (e oltre) Zomer, Turato e Tarallo. Proprio Tarallo ha la prima vera occasione, poi ci prova Muwana con un cross che assomiglia molto a un tiro, primo brivido per i padroni di casa quando proprio Turato stende Gasparetto e Inglese calcia di poco fuori la punizione. Nonostante tutto è la Feralpi a fare la partita e ad avere le migliori occasioni (Tarallo, Defendi e ancora Tarallo) ma con il passare dei minuti esce il Lumezzane che migliora alla distanza, e impegna Zomer con i soliti due d’attacco Inglese e Gasparetto. Ai rigori finisce 4 a 3 per i ragazzi di Claudio Rastelli, sbagliano i due ex biancoblu Defendi e Maccabiti, uno per parte.

LUMEZZANE – BRESCIA: 0-1 (’40 Feczesin)

Tutto un altro Lumezzane quello che prova a fare la festa al Brescia che invece si affida a tanti giovani tutti da scoprire, da Paghera (ottima prova) a Mandorlini, da Magli a Salamon (infortunato a metà tempo, al suo posto Budel). A fare la partita è quasi sempre la squadra di Beppe Scienza , con Zambelli gran corridore e molto ispirato e Ramos che sfiora il gol in un paio di occasioni, anche su pallonetto. Qualche brivido al ‘9, quando Leali pasticcia e Fausto Ferrari per poco non lo beffa, e il solito Gasparetto che in avanti si muove bene ma è contenuto ottimamente da un mobile Mandorlini. Scaglia è vivace in fascia, da lui un paio di occasioni in porta, poi ci prova Feczesin al ’35 ma il suo tap in esce di poco; dopo un rasoterra di Gasparetto deviato alla grande da Leali (’38) a cinque minuti dalla fine segna proprio l’attaccante ungherese dopo una rapida ripartenza, con un raffinato tocco di destro.

BRESCIA – FERALPI SALO’: 3-0 (’22 Varga, ’23 e ’45 Jonathas)

Per un attimo la Feralpi ci ha sperato e ci ha creduto. Dopo una discesa fulminea di Zambelli al ‘3, al quarto d’ora di gioco su errore di Kamalu Michele Castagnetti colpisce due pali in pochi secondi, prima una traversa su rimpallo e poi un palo dopo una splendida mezza girata. Inutili le proteste di Arcari, che chiedeva la carica al portiere, ammonito dall’arbitro Massimo Molinaroli. Al ’18 capitan Zambelli lascia il posto a Scaglia, e il Brescia a baricentro alto si porta subito in vantaggio con Roland Varga al ’22, dopo un bello scambio di prima in area. Un minuto dopo la beffa per i padroni di casa, con il clamoroso errore a centrocampo, poco dopo il fischio dell’arbitro, e la veloce ripartenza di Budel che dal limite serve Jonathas tutto solo per il 2 a 0. Dopo di che la partita lentamente si spegne, la Feralpi ogni tanto ci prova ma il Brescia controlla, nonostante ciò Beppe Scienza non si siede mai. All’ultimo minuto applausi del pubblico per il 3 a 0 del Brescia, a opera ancora di Jonathas, che con una gran volee di destro infila Branduani e chiude il match. E il Torneo.

IL BRESCIA VINCE IL TORNEO CITTA' DI SALO'

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

Torna su
BresciaToday è in caricamento